Giorno: 22 Ottobre 2019

REGGIO EMILIA: BIMBO DI 12 ANNI FA ARRESTARE PADRE VIOLENTO

By RadioItaliaAnni60tv on 22 Ottobre 2019 in NOTIZIE DALLA REDAZIONE

Il coraggio di un ragazzino di 12 anni ha consentito ai carabinieri di arrestare il padre. E’ stato il giovane figlio, infatti, stanco di veder picchiare la madre, a chiamare il 112. È successo a Novellara, nella Bassa Reggiana. Protagonista della vicenda di violenza domestica è una famiglia straniera (per tutelare la privacy dei minori, gli inquirenti non hanno diffuso la nazionalità) e in particolare il primogenito di due figli, che nel cuore della notte del 29 agosto si è svegliato per le urla provenienti dalla stanza da letto dei genitori. E dopo che, per l’ennesima volta, ha visto il proprio genitore, 40 anni, prendere a calci, pugni e schiaffi la madre 35enne, non ha esitato a comporre il numero dei militari. Arrivati sul posto, i militari hanno trovato l’uomo in strada, ubriaco, che si giustificava così: “Nel sonno ho dato dei calci a mia moglie per sbaglio, tutto qui…”. Una versione alla quale gli investigatori non hanno creduto, avviando le indagini. E da quanto è emerso dall’inchiesta coordinata dal sostituto procuratore Valentina Salvi, le vessazioni fisiche e morali con pesanti insulti e minacce, anche nei confronti del ragazzino stesso, in un episodio addirittura brandendo un’ascia in mano – andavano avanti dal 2013. A quel punto il pm ha chiesto l’arresto e il gip Luca Ramponi ha ordinato ieri l’esecuzione della custodia cautelare in carcere. L’uomo è accusato di maltrattamenti in famiglia, lesioni aggravate personali e violenza sessuale perché, stando a quanto approfondito dalle forze dell’ordine, la costringeva pure ad avere rapporti davanti ai figli, anche pochi giorni dopo il parto. Sul caso sono stati attivati i servizi sociali e i due figli si trovano ora con la madre in una struttura protetta. “Non si tratta di una famiglia nota ai servizi, i quali hanno preso in carico il caso solo dopo la denuncia del bimbo – ha detto all’ANSA il sindaco di Novellara, Elena Carletti – L’arresto ha messo fine a un pericolo. Allontanamento e affido? Non sono ipotesi attualmente sul tavolo, ora dobbiamo renderli sereni e tranquilli. Il fatto che apparentemente fosse una famiglia ‘perfetta’ è preoccupante, perché significa che le violenze domestiche non ci sono solo in situazioni di emarginazione conclamata. Nelle prossime ore deciderò se incontrare la famiglia, ma ho fiducia negli assistenti sociali”.