Giorno: 22 Maggio 2020

FASE2: DA LUNEDI’ APERTE PISCINE E PALESTRE IN EMILIA-ROMAGNA

By RadioItaliaAnni60tv on 22 Maggio 2020 in NOTIZIE DALLA REDAZIONE

Sabato in spiaggia per il via all’estate della Riviera; da lunedì invece si potrà tornare in piscina e in palestra. L’Emilia-Romagna ha voglia di tornare alla normalità e con due provvedimenti nel giro di pochi giorni, il presidente Stefano Bonaccini ha rotto gli argini. Come previsto dal documento stilato dal governatore domenica scorsa, sono arrivate le linee guida per le riaperture di piscine e palestre già dal 25 maggio. In entrambi i protocolli, spiega la Regione, si insiste sulla responsabilizzazione da parte delle persone che frequenteranno gli impianti. Per quanto riguarda le palestre, stabilisce il protocollo, l’accesso alle strutture e’ consentito se protetti da mascherine che dovranno essere indossate tranne durante lo svolgimento dell’attivita’ sportiva-motoria.Questo vale anche per il personale addetto al ricevimento dei clienti, rispettando sempre il distanziamento sociale. Potra’ inoltre essere rilevata all’ingresso la temperatura corporea, e anche sul versante delle norme igieniche, al di la’ del gel igienizzante, i frequentatori delle palestre non potranno condividere cibo, bottigliette dell’acqua e vestiario.Quanto ai servizi igienici e spogliatoi, si raccomanda di organizzare gli spazi per consentire il metro di distanza; vietato poi l’uso promiscuo degli armadietti. Infine, sara’ necessario garantire una aerazione adeguata dei locali. Anche nelle piscine e’ obbligatorio l’uso delle mascherine negli ambienti chiusi e all’aperto dove non e’ possibile mantenere il distanziamento. Le attrezzature andranno disinfettate ad ogni cambio di utente. Per quanto riguarda gli ombrelloni nelle aree esterne, dovra’ essere rispetto del limite minimo di distanza che garantisca una superficie minima di 12 metri quadrati a paletto. Negli spogliatoi e nelle docce, occorre assicurare le distanze di almeno un metro: lì occorrerà la pulizia piu’ volte durante la giornata e la disinfezione dopo la chiusura. Le aree giochi per bambini vanno delimitate, indicando il numero massimo all’interno dell’area; stop invece ai giochi acquatici.