Giorno: 30 Luglio 2020

Intesa-Ubi. Conclusa l’OPAS, raccolto il 90,21% del capitale

By RadioItaliaAnni60tv on 30 Luglio 2020 in TOP NEWS

MILANO (ITALPRESS) – Alla chiusura dell’Opas di Intesa Sanpaolo su Ubi Banca, sono state conferite complessivamente azioni pari al 90,21% del capitale della banca bergamasca, rispetto al 75,68% comunicato ieri da Borsa Italiana.
“Oggi portiamo a termine un’operazione che ci vede tutti vincitori: grazie alla decisione – di cui siamo orgogliosi – del 90,2% degli azionisti di UBI Banca di entrare a far parte di Intesa Sanpaolo, daremo vita a una nuova realtà in grado di rafforzare il sistema finanziario italiano e di ricoprire
un ruolo di leader nello scenario bancario europeo”, ha commentato Carlo Messina, ceo di Intesa Sanpaolo.
(ITALPRESS).

Coronavirus, 386 nuovi contagi e 3 vittime

By RadioItaliaAnni60tv on 30 Luglio 2020 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – Prosegue il trend di crescita dei nuovi positivi al Covid 10. Sono 386 i nuovi positivi secondo i dati del bollettino epiedemiologico fornito dal Ministero della Salute. Il numero maggiore di positivi arriva dalla dal Veneto (+112), seguito da Lombardia (88), Sicilia (39) e Emilia-Romagna (35). Il numero dei morti continua a scendere, sono 3, la metà rispetto a quelli contati ieri. Il totale dei casi dall’inizio della pandemia sale quindi a 247.158. Gli attualmente positivi sono 12.616 mentre salgono i ricoverati con sintomi (+17)il numero sale a 748. Salgono anche i ricoverati in terapia intensiva: sono 47, +9 rispetto a ieri. In forte calo il numero delle persone in isolamento domiciliare, -412 rispetto a ieri, che porta il numero complessivo a 11.435 e continua la crescita dei guariti: ad oggi sono 199.796, con un incremento di 765. I tamponi processati sono stati 61.858.
(ITALPRESS).

Fitarco: rinnovo tesseramento e affiliazione società gratis nel 2021

By RadioItaliaAnni60tv on 30 Luglio 2020 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – La federazione italiana tiro con l’arco si schiera al fianco di tutti i suoi arcieri. Dall’attività di alto livello a quella di base, nessuno può essere lasciato solo ad affrontare l’incerto futuro del post lockdown. “Dopo aver riaperto il 25 maggio le nostre società, appena è stato possibile abbiamo fatto ripartire anche l’attività agonistica ideando un protocollo con tutte le norme igienico-sanitarie per far tirare in sicurezza i nostri arcieri – ha dichiarato il presidente Fitarco Mario Scarzella -. Questa prova è riuscita alla perfezione visto che sono state organizzate in tutta italia 38 gare sperimentali che hanno dato gli esiti sperati. Dopo l’apertura dei campi di gara è stato il turno delle Nazionali che nel mese di luglio sono ripartite con i raduni. La Federazione però aveva fin dal principio come obiettivo primario quello di aiutare l’attività di base e per questo abbiamo dato un sostegno economico effettivo alle società e a tutti i tesserati. Tra le varie iniziative, una di quelle che ci sta più a cuore è il rinnovo del tesseramento degli arcieri e la riaffiliazione delle società che sarà totalmente gratuito per l’anno 2021”. Le compagnie affiliate alla Fitarco riceveranno un contributo a seconda delle strutture utilizzate per l’attività. Le società con un impianto indoor e uno outdoor ubicati nello stesso complesso e dotati di servizi igienici e spogliatoi riceveranno 2000 euro.
L’aiuto economico sarà di 500 euro per chi utilizza un impianto outdoor o uno indoor, anche in questo caso dotato di spogliatoi e servizi igienici e sanitari. Per chi, sempre avendo spogliatoi e servizi, svolge la sua attività su un impianto per il tiro di campagna o per il 3D il contributo sale a 600 euro. La quota è fissata a trecento euro per chi ha un impianto, indoor, outdoor, 3D o campagna, non dotato di spogliatoi e servizi igienici. Inoltre, la Fitarco ha stanziato la quota di 7 euro da devolvere alle società per ciascun tesserato risultante iscritto alla compagnia al giugno 2020. Questi contributi vanno sommati ai 228 mila euro che verranno elargiti direttamente dal Comitato italiano paralimpico, destinati alle società che praticano l’attività para-archery.
(ITALPRESS).

Stragi Bologna e Ustica, Mattarella: “Non si smarrisca mai la memoria”

By RadioItaliaAnni60tv on 30 Luglio 2020 in TOP NEWS

BOLOGNA (ITALPRESS) – Con una messa nella Cattedrale di San Pietro, a Bologna, sono state commemorate le vittime delle stragi degli anni Ottanta: quella di Ustica e della Stazione ferroviaria di Bologna. Alla celebrazione ha partecipato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
“La mia presenza qui – ha detto il Capo dello Stato – ha questo significato: partecipazione al dolore che rimane, solidarietà della Repubblica, ricordo, dovere del ricordo e della memoria perchè non si smarrisca mai quanto avvenuto. E serve a ribadire l’esortazione a sviluppare ogni impegno per la verità”.
Ad accogliere Mattarella sono stati il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini e il sindaco di Bologna, Virginio Merola. A officiare la messa è stato il cardinale Matteo Zuppi che nella sua omelia ha sottolineato come sia necessario che “chi sa, aiuti a trovare la verità. Non accettiamo come innocui – ha detto – i semi dell’odio e del pregiudizio, le ideologie che annullano la persona, l’uso di parole che diventano armi, la superficialità di cercare a tutti i costi la convenienza senza difendere la verità e il bene comune. Chiediamo ancora che chi sa qualcosa trovi i modi per comunicare tutto ciò che può aiutare la verità, perchè anche se scappiamo dal giudizio degli uomini non scappiamo dalla nostra coscienza e soprattutto dal giudizio di Dio”.
Per Paolo Bolognesi, presidente dell’associazione dei familiari delle vittime della strage di Bologna del 2 agosto 1980 la presenza di Mattarella “ci fa onore e oltre alla vicinanza al nostro dolore di familiari delle vittime e feriti la consideriamo un impulso alla nostra richiesta di verità e giustizia”.
(ITALPRESS).

Coronavirus, 129 migranti positivi in ex caserma nel Trevigiano

By RadioItaliaAnni60tv on 30 Luglio 2020 in TOP NEWS

TREVISO (ITALPRESS) – E’ stato completato lo screening di ospiti e operatori del centro accoglienza per migranti all’ex Caserma Serena, nel Trevigiano. Complessivamente sono stati eseguiti 315 tamponi, di cui 293 a migranti e 22 a operatori. I test hanno fatto registrare 129 casi positivi, tutti al momento asintomatici. I positivi sono quindi stati isolati all’interno della struttura e la quarantena è stata estesa anche ai soggetti negativi. Lo ha comunicato la Ulss 2 Marca Trevigiana, anticipando che tra una settimana lo screening sarà ripetuto.
(ITALPRESS).

Trasferimenti illeciti verso il Bangladesh per 20 mln, sequestri

By RadioItaliaAnni60tv on 30 Luglio 2020 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – La Guardia di finanza ha fatto luce su trasferimenti illeciti verso il Bangladesh per 20 milioni di euro, finalizzati anche alla sottrazione fraudolenta delle imposte in Italia. Sequestrati a Roma un istituto di pagamento e sei agenzie di money transfer.
I militari del Nucleo Speciale Polizia Valutaria delle Fiamme gialle di Roma hanno eseguito un sequestro preventivo degli uffici e dei beni di un Istituto di pagamento e di sei agenzie di money transfer, tutte con sede nella Capitale, gestiti da cittadini del Bangladesh, ritenuti responsabili di avere reiteratamente violato gli obblighi antiriciclaggio di verifica e identificazione dei propri connazionali, nel trasferimento delle rimesse di denaro nel Paese d’origine. Il provvedimento è stato emesso dal gip del Tribunale di Roma, su richiesta della Procura.
Le indagini avevano già portato nel luglio 2019 a smantellare uno strutturato sodalizio criminale, composto da bengalesi, finalizzato a favorire – a scopo di profitto – la permanenza illegale sul territorio italiano per lo più di propri connazionali, violando i presupposti giuridici per il rilascio e il rinnovo dei permessi di soggiorno.
L’attenzione investigativa si è concentrata ora sulle modalità di trasferimento delle somme di denaro verso il Bangladesh che, nel 2019 è risultato, per il secondo anno consecutivo, il primo Paese di destinazione delle rimesse tramite circuito money transfer, con un importo di 856 milioni di euro complessivi, triplicando così il volume dei flussi finanziari trasferiti dieci anni prima.
I finanzieri hanno monitorato e analizzato 24 mila operazioni, pari a 90 milioni di euro di rimesse verso il Paese asiatico, trasferite in un arco temporale di tre anni (2016-2018) attraverso l’operatività sul territorio italiano di una società (controllata da un socio unico statunitense), amministrata da cittadini del Bangladesh, iscritta nell’albo della Banca d’Italia tra gli Istituti di pagamento ed operante sul territorio romano, per lo più a favore di propri connazionali, con una capillare rete di 30 sportelli money transfer.
(ITALPRESS).

A giugno la disoccupazione risale all’8,8%, tra i giovani al 27,6%

By RadioItaliaAnni60tv on 30 Luglio 2020 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – Rispetto al mese di maggio 2020, a giugno prosegue, a ritmo meno sostenuto, la diminuzione
dell’occupazione e la crescita del numero di persone in cerca di lavoro, a fronte di un calo dell’inattività. Il tasso di disoccupazione risale all’8,8% (+0,6 punti) e, tra i giovani, al 27,6% (+1,9 punti). Lo rende noto l’Istat, sottolineando che continua anche il recupero del numero di ore lavorate pro capite. La diminuzione dell’occupazione su base mensile (-0,2% pari a -46mila unità) coinvolge le donne (-0,9% pari a -86mila), i dipendenti permanenti (-0,4% pari a -60mila) e gli under50, mentre gli occupati aumentano tra gli uomini (+0,3% pari a +39mila), i dipendenti a termine, gli indipendenti e gli ultracinquantenni. Nel complesso, il tasso di occupazione scende lievemente, attestandosi al 57,5% (-0,1 punti percentuali).
L’aumento delle persone in cerca di lavoro è consistente (+7,3% pari a +149mila unità), riguarda soprattutto gli uomini (+9,4% pari a +99mila unità, contro il +5,0%, pari a +50mila, delle donne) e interessa tutte le classi di età.
Sempre secondo l’Istat, la diminuzione del numero di inattivi (-0,7% pari a -99mila unità) si registra tra gli uomini (-2,5% pari a 131mila unità) e tra i minori di 64 anni, a fronte di un aumento delle donne inattive (+0,4% pari a +31mila).
Complessivamente cala il tasso di inattività che si attesta al 36,8% (-0,3 punti). Nella media del secondo trimestre 2020, rispetto al primo, l’occupazione risulta in evidente calo (-2,0%
pari a -459mila unità) per entrambe le componenti di genere. Diminuiscono nel trimestre anche le persone in cerca di occupazione (-15,7% pari a -364mila), mentre aumentano gli inattivi tra i 15 e i 64 anni (+5,9% pari a +793mila unità).
Le ripetute flessioni congiunturali dell’occupazione hanno determinato un calo rilevante rispetto al mese di giugno 2019 (-3,2% pari a -752mila unità), che coinvolge entrambe le componenti di genere, i dipendenti (-613mila), gli autonomi (-140mila) e tutte le classi d’età; l’unica eccezione risultano essere gli over50 (+102mila). Il tasso di occupazione scende in un anno di 1,8 punti.
(ITALPRESS).