Giorno: 13 Novembre 2020

Coronavirus, Speranza”Mesi non facili,ma si vede luce in fondo a tunnel”

By RadioItaliaAnni60tv on 13 Novembre 2020 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – “C’è una circolazione del virus molto significativa nel nostro Paese, ma oggi arriva anche una prima notizia molto confortante e cioè che l’Rt, cioè l’indice del contagio, scende da 1,7 a 1,4, ma questo non basta. Abbiamo necessità di portarlo nel più breve tempo possibile sotto l’1. Questo vorrebbe dire salvare più vite umane, ridurre i contagiate e alleviare il peso sugli ospedali”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervistato dal Tg1 su Rai 1. Secondo il ministro, le nuove zone rosse e arancioni sono “il tentativo di provare a costruire misure e interventi che siano adeguati rispetto alla situazione di ogni territorio, non sono pagelle sulle regioni, ma abbiamo bisogno di misure significative. Siamo consapevoli che queste misure creano sacrifici, ma sono indispensabili ad evitare contagiati e vittime e a diminuire la curva del contagio”. “I prossimi saranno mesi non facili – aggiunge – ma la luce in fondo al tunnel si vede: presto la scienza ci offrirà vaccini efficaci e sicuri, cure nuove e nel giro di qualche mese potremo programmare un’uscita da questa stagione così difficile. Però sono mesi di resistenza in cui c’è bisogno di attenzione e in cui ognuno deve fare la propria parte”.
(ITALPRESS).

La Campania cambia colore, domenica scatta la zona rossa

By RadioItaliaAnni60tv on 13 Novembre 2020 in TOP NEWS

NAPOLI (ITALPRESS) – Si attende la firma di Roberto Speranza che in serata renderà il tutto ufficiale, ma ormai è praticamente certo: la Campania salta la zona arancione e passa direttamente da gialla a rossa. In attesa di sottoscrivere l’ordinanza che andrà in vigore a partire da domenica, il ministro della Salute ha di fatto annunciato il provvedimento in una conversazione telefonica con il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, che l’aveva chiamato per metterlo al corrente delle disposizioni comunali in via di pubblicazione. Disposizioni che chiaramente non avranno alcuna efficacia perchè scavalcate e sostituite dall’atto governativo conseguente alle valutazioni dell’Istituto superiore della sanità e del ministero della Salute.
Secondo i 21 indicatori considerati dalla Cabina di regia non si può più aspettare: la Campania (oggi 4079 positivi su 25510 tamponi) torna dunque in una situazione di simil lockdown con spostamenti vietati in altre regioni e anche all’interno del proprio comune salvo che per esigenze di lavoro, salute o studio documentate fedelmente dalle autocertificazioni. Tutti i negozi saranno chiusi, tranne alimentari, farmacie, tabaccherie, edicole e parrucchieri, mentre per bar e ristoranti sarà consentito solamente l’asporto e la consegna a domicilio. “Se arriveranno misure di rigore il mio commento è meglio tardi che mai”, aveva detto nel primo pomeriggio il presidente della Regione Vincenzo De Luca nel corso del suo tradizionale appuntamento social con i cittadini per fare il punto sull’emergenza Covid.
Se l’aspettava il governatore della Campania che però non aveva risparmiato le critiche nei confronti dell’esecutivo: “Noi eravamo per chiudere tutto a ottobre per un mese, il governo ha fatto una scelta diversa e totalmente sbagliata – ha affermato De Luca -. La nostra posizione era chiara: volevamo effettuare un’operazione di freno del contagio per arrivare a Natale in condizioni sostenibili. Il governo ha preferito iniziative progressive e provvedimenti sminuzzati con la risposta proporzionale ma il contagio aumenta in maniera esponenziale e non lineare. Questa scelta – conclude – ci ha fatto perdere due mesi preziosi e c’è stato un drammatico aumento di contagi e decessi”.
(ITALPRESS).

Imprese, Irfis-FinSicilia e Iccrea insieme per l’accesso al credito

By RadioItaliaAnni60tv on 13 Novembre 2020 in TOP NEWS

PALERMO (ITALPRESS) – IRFIS-FinSicilia – intermediario finanziario, con socio unico la Regione Siciliana – e Iccrea Banca, capogruppo del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, hanno siglato un protocollo d’intesa per la promozione di strumenti di finanza agevolata a beneficio delle imprese e per l’individuazione di ulteriori ambiti di collaborazione per incrementare occasioni di business. L’intesa vuole facilitare l’accesso al credito alle imprese siciliane, in particolare a quelle che versano in uno stato di difficoltà, con l’obiettivo di supportarle e accompagnarle finanziariamente nel loro processo di sviluppo e investimento grazie all’intervento di partner specializzati.
L’accordo prevede inoltre l’organizzazione di diversi incontri di formazione a carattere tecnico per gli operatori delle BCC coinvolte, oltre all’avvio di un roadshow informativo sulle possibilità di accesso al credito delle imprese siciliane per offrire un panorama completo di tutti gli strumenti finanziari per assistere l’imprenditoria locale.
Il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea con le sue 11 BCC è presente in Sicilia con 132 sportelli e ha una base sociale di 19.162 soci. Gli impieghi netti sono 1,5 miliardi di euro e i depositi oltre 3 miliardi di euro.
“Grazie all’accordo siglato con IRFIS – FinSicilia S.p.A., consentiamo alle BCC del nostro Gruppo operanti in Sicilia di intensificare la relazione con la Regione e sviluppare nuove opportunità di business. – ha commentato Giuseppe Maino, presidente di Iccrea Banca – La territorialità è la peculiarità del Credito Cooperativo e i rapporti che ciascuna BCC intrattiene con la propria comunità sono solidi e radicati nel tempo. Consentire un accesso facilitato agli importanti strumenti di finanza agevolata regionale, che si aggiungono a quelli nazionali, ci consente di contribuire ulteriormente alla prosperità dei nostri territori e ad agganciare saldamente la ripresa dopo la crisi scatenata dalla pandemia tuttora in corso”.
Il presidente IRFIS – FinSicilia S.p.A. Giacomo Gargano ha sottolineato che “l’accordo siglato conferma la volontà di IRFIS e di Iccrea Banca di essere al fianco delle micro imprese e delle PMI siciliane, con l’obiettivo di offrire loro finanziamenti agevolati a valere sul Fondo Sicilia ma anche servizi e finanziamenti ordinari e supporto per la crescita. Tale accordo punta a rafforzare ed incrementare la sinergia tra gli strumenti finanziari ordinari tipici delle banche di credito ordinario e gli strumenti di finanza agevolata di cui Irfis detiene i fondi attraverso la gestione del Fondo Sicilia”.
(ITALPRESS).

Coronavirus, 40.902 nuovi casi e 550 vittime in 24 ore

By RadioItaliaAnni60tv on 13 Novembre 2020 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – Sono 40.902 i nuovi casi di Coronavirus in Italia, su un totale di 254.908 tamponi realizzati nelle ultime 24 ore. Un incremento di 2.195 casi rispetto alla giornata di ieri, quando furono 37.987 ma con 20mila tamponi in meno. I morti nelle ultime 24 ore sono stati 550. E’ quanto emerge dal quotidiano bollettino sull’emergenza Coronavirus, diffuso dal Ministero della Salute e dall’Istituto Superiore di Sanità. Con quelle di oggi diventano 1.107.303 le persone che hanno contratto il Covid da inizio pandemia, quasi 18,5 milioni i tamponi effettuati e 44.139 il totale delle vittime. Attualmente i positivi in Italia sono 663.926, dei quali 629.782 in isolamento domiciliare.
I ricoverati in ospedale con sintomi sono 30.914, circa mille più di ieri, dei quali 3.230 in isolamento domiciliare, contro i 3.170 di ieri. La regione che doppia tutto a livello di nuovi casi è la Lombardia con 10.634 positivi, seguita dal Piemonte 5.258 e dalla Campania con 4.079. Lombardia e Piemonte sono maglia nera anche per quanto riguarda i ricoveri ospedalieri, seguite però dal Lazio e dall’Emilia Romagna. Lombardia, Piemonte e Lazio sono anche i territori più in difficoltà nelle terapie intensive. La regione meno colpita è il Molise, che ha anche il minor numero di ricoveri e terapie intensive.
(ITALPRESS).

Turismo, la BIT di Milano dal 9 all’11 maggio 2021

By RadioItaliaAnni60tv on 13 Novembre 2020 in TOP NEWS

MILANO (ITALPRESS) – BIT, la Borsa internazionale del turismo – inizialmente prevista nel mese di febbraio – si terrà a fieramilanocity dal 9 all’11 maggio 2021. L’evento di riferimento in Italia dedicato all’universo del turismo, e tra i principali appuntamenti fieristici in Europa, ha così ascoltato le esigenze del mercato turistico che è in grado di guardare a nuove modalità di viaggio, di stagionalità turistica e all’applicazione di tecnologie innovative.
“Le nuove date, infatti – si legge in una nota -, consentiranno a BIT di giocare a pieno titolo il ruolo riconosciuto di driver per il settore e di formidabile strumento per i buyer internazionali, garantendo un periodo adeguato per riorganizzare e pianificare al meglio il rilancio dell’attività e dell’offerta turistica, anticipandone gli scenari”.
“A tal fine BIT, appuntamento fondamentale per l’industria turistica italiana nel mondo e per la promozione dell’offerta internazionale, sta lavorando per rendere ogni area tematica (leisure, mice, wedding, tech, experience e job) ben delineata e per favorire, in modo più incisivo, l’incontro tra la domanda e l’offerta – prosegue la nota -. Tutto ciò in un contesto che favorisce la condivisione diretta di conoscenze fra tutti i protagonisti della community di riferimento”.
BIT 2021 si presenterà anche con il consueto ricco palinsesto convegnistico che, anche in questa edizione, sarà il luogo dove far incontrare i più importanti player del settore.
(ITALPRESS).

Ferrovie, passo avanti per alta velocità Napoli-Bari

Ferrovie, passo avanti per alta velocità Napoli-Bari

By RadioItaliaAnni60tv on 13 Novembre 2020 in PILLOLE VIDEO


Passo avanti per la realizzazione della linea ad Alta Velocità Napoli – Bari di Rete Ferroviaria Italiana. È stato pubblicato oggi sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea il bando di gara per l’ultimo lotto della tratta Hirpinia – Orsara, lunga circa 28 chilometri. L’investimento complessivo è di 1,5 miliardi di euro. Dal prossimo anno tutti i cantieri della linea Napoli-Bari saranno operativi, ed entro il 2023 è prevista la partenza del primo collegamento diretto tra Napoli e Bari.
sat/mrv/red
Banche, richieste a fondo garanzia superano 103 mld

Banche, richieste a fondo garanzia superano 103 mld

By RadioItaliaAnni60tv on 13 Novembre 2020 in PILLOLE VIDEO


I finanziamenti richiesti dalle banche al Fondo di Garanzia hanno superato i 103 miliardi di euro. In totale si è trattato di un milione 265 mila richieste, di cui 981 mila fino a 30 mila euro. Per l’Associazione Bancaria Italiana “questi dati evidenziano la continua crescita di questi prestiti richiesti dalle piccole e medie imprese di ogni genere e natura: esigenze che si prolungano quanto più continua la pandemia”.
sat/mrv/red
Intesa Sanpaolo estende “per merito” alle scuole superiori

Intesa Sanpaolo estende “per merito” alle scuole superiori

By RadioItaliaAnni60tv on 13 Novembre 2020 in PILLOLE VIDEO


Da oggi “per Merito”, il prestito di Intesa Sanpaolo che sostiene tutti gli universitari, viene messo a disposizione anche degli studenti delle scuole superiori. L’operazione ha l’obiettivo di rendere accessibile a tutti i ragazzi e alle loro famiglie un percorso di studi di respiro internazionale. Il prestito “per Merito” rivolto agli studenti delle scuole secondarie superiori prevede un finanziamento per un importo massimo di 30.000 euro, da restituire in quindici anni, al quale possono accedere i genitori degli studenti sempre senza alcuna richiesta di garanzia.
sat/mrv/red