Giorno: 18 Novembre 2020

Bosnia-Italia 0-2, azzurri alle Final Four di Nations League

By RadioItaliaAnni60tv on 18 Novembre 2020 in TOP NEWS

SARAJEVO (BOSNIA) (ITALPRESS) – Missione compiuta per l’Italia. La Nazionale azzurra del Ct Mancini (ancora positivo, il vice Evani di nuovo in panchina) batte a Sarajeco la Bosnia per 2-0 con le reti di Belotti e Berardi e conquista il primo posto del gruppo 1 che vale il pass per le final four di Nations League. In virtù delle numerose assenze tra Covid e infortuni, l’unica novità di formazione rispetto all’undici schierato contro la Polonia riguarda Berardi al posto di Bernardeschi. Ma la rete dell’1-0 è costruita dagli altri due interpreti del tridente offensivo ed è avviata dall’altro talento del Sassuolo in campo: Locatelli. L’ex Milan al 22′ ruba palla, serve Insigne che alza la testa e da posizione defilata con l’interno destro disegna un assist perfetto per la spaccata vincente di Belotti. Prima del duplice fischio, l’Italia ha altre chance per andare in gol. La più nitida al 39′: Barella cambia gioco sulla corsia opposta, Insigne col controllo orientato supera Corluka ma col destro dal vertice dell’area scheggia solamente il palo. Nella ripresa è l’Italia ad approcciare meglio e a sfiorare subito il gol sempre sull’asse Insigne-Belotti: il partenopeo premia il taglio del granata che da buona posizione calcia sull’esterno della rete. Ma il 2-0 è solo rinviato al 68′ e ha tutte le parvenze di un affare interno al Sassuolo: Locatelli scodella in area e Berardi al volo batte Piric chiudendo la partita. La Nazionale di Mancini vince ancora e conquista il primo obiettivo: l’Italia ospiterà e parteciperà alle Final Four di Nations League con Spagna, Francia e Belgio.
(ITALPRESS).

Altra vittoria per l’Under 21, Svezia travolta 4-1

By RadioItaliaAnni60tv on 18 Novembre 2020 in TOP NEWS

PISA (ITALPRESS) – L’Under 21 chiude al meglio il proprio girone di qualificazione ai prossimi Europei di categoria battendo per 4-1 la Svezia all “Arena Garibaldi” di Pisa. Decisive le reti di Maleh nel primo tempo e la doppietta di Raspadori e il gol di Scamacca nella ripresa, con il gol scandinavo messo a segno di Karlsson che ha illuso gli ospiti.
Davanti ad una squadra che aveva l’obbligo di vincere per sperare ancora in un posto all’Europeo, gli azzurrini, seppur con una formazione rinnovata per nove undicesimi rispetto al successo di tre giorni fa contro il Lussemburgo, hanno disputato una gara con molte luci. Maleh in particolare, classe ’98 di cittadinanza marocchina, si è messo in mostra ed è stato autore, con un bellissimo sinistro al 27′, dell’apertura delle marcature. La volontà di Paolo Nicolato era quello di verificare i vari giocatori che ambiscono a una maglia per l’Europeo e buone risposte sono arrivate anche da Raspadori che ha provato a scavalcare le gerarchie offensive. Buona l’intesa fra il 2000 di proprietà del Sassuolo e Scamacca con quest’ultimo che è stato bravo soprattutto nell’assist di tacco per il 3-1 che ha di fatto chiuso il match. La formazione guidata dal ct Eriksson ha cercato di replicare la gara di andata dove, chiudendosi e agendo in contropiede, aveva dato l’unico dispiacere all’Italia nel girone. Stavolta però gli azzurrini hanno tenuto molto meglio davanti a Cerofolini e a metà ripresa il settimo gol in sette partite per Scamacca. Adesso l’attenzione si sposta al prossimo 10 dicembre quando verranno sorteggiati i gironi che saranno protagonisti a marzo 2021 per la prima fase dell’Europeo che si svolgerà in Ungheria e Slovenia.
(ITALPRESS).

Diodato, su Raiplay arriva la docu-serie “Storie di un’altra estate”

By RadioItaliaAnni60tv on 18 Novembre 2020 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – Esce in esclusiva su RaiPlay dal 29 novembre “Storie di un’altra estate”, una docu-serie nata dalla volontà di raccogliere sensazioni, emozioni, pezzi di vissuto e che Diodato ha registrato nei mesi scorsi durante i live estivi che lo hanno portato ad attraversare un’Italia diversa in un anno diverso.
“Storie di un’altra estate” è una docu-serie che racconta qualcosa in più di Diodato, sia sotto il profilo artistico che personale, è la narrazione di un’estate inaspettata che è diventata racconto, un viaggio speciale tra passato, presente e futuro, tra musica, luoghi, parole e incontri.
Il cantautore racconta sè stesso tramite la sua musica e le città che hanno segnato la sua vita, in un viaggio che attraversa l’Italia a ritrovar bellezza.
(ITALPRESS).

Coronavirus, 34.283 nuovi casi e 753 decessi in 24 ore

By RadioItaliaAnni60tv on 18 Novembre 2020 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – Ancora in aumento i nuovi casi di coronavirus in Italia. Sono 34.283 nelle ultime 24 ore (ieri erano stati 32.191) i nuovi contagiati a fronte di un aumento dei tamponi a 234.864. Nuovo record per quanto riguarda i decessi: i morti nelle ultime 24 ore sono 753 (ieri erano stati 731 decessi). E’ quanto riporta il bollettino del Ministero della Salute.
Il totale degli attualmente positivi tocca oggi quota 743.168, con incremento giornaliero di 9.358. Significativo il numero dei guariti: 24.169. Sul fronte ospedaliero, il numero dei ricoverati sale ancora a 33.504 (+430), di questi 3.670 (+58) si trovano ricoverati in terapia intensiva. Coloro che sono in isolamento domiciliare sono invece705.994. La regione più colpita si conferma essere la Lombardia con 7.633 nuovi contagiati (ieri erano 8.448), seguita da Campania (3.657) e Piemonte (3.281).
(ITALPRESS).

Palermo, Orlando rinvia pagamento della Tari a fine dicembre

Palermo, Orlando rinvia pagamento della Tari a fine dicembre

By RadioItaliaAnni60tv on 18 Novembre 2020 in PILLOLE VIDEO


“Ho concordato con il presidente del Consiglio comunale una seduta del Consiglio che possa prevedere un eventuale spostamento dalla data del 2 dicembre ad altra data entro il corrente esercizio finanziario 2020, cioè entro la fine del mese di dicembre per consentire, nel frattempo, alla Regione di fare pervenire le risorse del fondo perequativo”. Così in un video messaggio il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando. vbo/com

Tiago Pinto nuovo dg della Roma, Friedkin “Ci renderà più competitivi”

By RadioItaliaAnni60tv on 18 Novembre 2020 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – Tiago Pinto è il nuovo direttore generale della Roma. Dopo le indiscrezioni arrivate dal Portogallo, ecco l’annuncio ufficiale della società giallorossa. Il 36enne dirigente lusitano ricopriva dal 2017 lo stesso incarico al Benfica. “Tiago è un talento di livello mondiale – lo presenta il presidente giallorosso Dan Friedkin – Siamo convinti che la sua notevole energia, i suoi solidi princìpi e la sua capacità di individuare, sviluppare e ottimizzare il profilo dei talenti sosterranno la nostra ambizione di rendere la Roma competitiva per i più importanti trofei italiani ed europei”. “Sono lieto e onorato di entrare a far parte della Roma in un momento così entusiasmante per lo sviluppo del club – commenta dal canto suo Pinto – Lasciare il Benfica è stata una decisione molto difficile ma entrare a far parte di una Roma in fase di rilancio grazie al dinamismo della nuova proprietà è un’opportunità professionale che non potevo rifiutare”. “Questa nomina chiave è la testimonianza del nuovo entusiasmante approccio che i Friedkin stanno portando al club”, il benvenuto del Ceo Guido Fienga.
(ITALPRESS).

Il palinsesto televisivo diventa ibrido e multi device

By RadioItaliaAnni60tv on 18 Novembre 2020 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – Smart working, lockdown, coprifuoco, DaD, sono solo alcune delle parole che, ormai da diversi mesi, sono entrate nel linguaggio quotidiano. Tutte quante raccontano un nuovo modo di vivere la casa e in casa che sta riguardando le relazioni tra i componenti delle famiglie, ma anche l’utilizzo dei device tecnologici presenti negli stessi ambienti domestici. La TV, ad esempio, che decenni fa occupava il centro del salotto, che vita sta avendo? Che rapporto ha con lo smartphone che oggi consente di riprodurre con la massima nitidezza tanti contenuti multimediali e in streaming? Sono alcune delle risposte a cui Wiko, brand franco-cinese di telefonia, ha voluto rispondere interpellando la sua community Instagram con un sondaggio condotto in occasione del World Television Day del 21 novembre.
La TV piace e si evolve: è un assunto. Non è il sottofondo che accompagna e cadenza la giornata (28%), ma per il 72% è la fonte principale dell’intrattenimento serale in casa.
Quello che è fortemente cambiato è il palinsesto. Il 75% dei rispondenti ha infatti dichiarato di guardare la TV per usufruire di contenuti in streaming, con un ben più contenuto 25% legato ancora al “classico palinsesto” in chiaro. Un dato riportato da Wiko che trova conferma anche nel 3° rapporto Auditel-Censis, rilasciato lo scorso ottobre, e che fornisce una dettagliata fotografia dell’Italia dopo il lockdown. Stando ai dati del rapporto, viene confermata infatti l’esplosione della domanda di contenuti televisivi in streaming, a pagamento o gratuiti, cresciuta del 7,4% dal 2019 al 2020.
Partendo da qui, è facile immaginare che i contenuti preferiti fruiti sulla TV – secondo il sondaggio condotto dal brand di telefonia – siano soprattutto film e documentari (73%) rispetto a talent e talk show (27%).
Per quanto riguarda i talent show più apprezzati, c’è una battuta di arresto sul fenomeno che impazzava fino a qualche anno fa, quella dei gruppi, o meglio dire chat, di ascolto. Il 74% dei partecipanti dal sondaggio ha dichiarato di vederli in solitaria, senza la necessità di commentare i passaggi salienti con gli amici.
Ma allora, lo smartphone è un amico, un rivale o un’alternativa alla TV? Per il 70% dei rispondenti non è sicuramente utilizzato per guardare un programma TV. Chi utilizza il cellulare per guardare sul suo display la TV o altri contenuti in streaming lo fa tendenzialmente in casa (54%), contro un 46% di chi invece lo preferisce in viaggio o durante gli spostamenti per studio/lavoro, magari in treno o in metro.
Se dovessimo quindi dare un ruolo all’uso dello smartphone durante la fruizione televisiva, sarebbe quello di complemento, ma assolutamente imprescindibile. Il cellulare è infatti spesso presente, nell’80% dei casi, durante la visione, per informarsi, approfondire, chattare. Impossibile separarsene.
Il momento della pubblicità non è più un’interruzione: oggi è l’occasione, per il 72% dei rispondenti, per un veloce check delle bacheche dei propri social. Giusto il tempo di lasciare qualche like ed emoji, per poi tornare sulla TV.
E, infine, durante l’esplodere della pandemia, cosa si consultava più spesso per avere informazioni e aggiornamenti attendibili? Il sondaggio condotto da Wiko presenta un assoluto “testa a testa”. La TV vince di misura con il 51%, ma lo smartphone, grazie all’accesso pressochè immediato a più fonti di informazione, conquista il restante 49%.
(ITALPRESS).

Commercio, la pandemia pesa su vendite e occupati

Commercio, la pandemia pesa su vendite e occupati

By RadioItaliaAnni60tv on 18 Novembre 2020 in PILLOLE VIDEO


È forte l’effetto della crisi Covid-19 sul commercio. L’Istat in un’audizione parlamentare ha evidenziato come nei primi 9 mesi dell’anno le vendite di beni alimentari siano scese del 13,5%. Inoltre nel 2020, dopo la sostanziale stagnazione dell’occupazione nei primi due mesi dell’anno, tra il primo e il secondo trimestre c’è stata una riduzione del numero di persone occupate nell’insieme dell’economia pari a 470 mila unità, con un calo del 2%.
sat/mrv/red
Covid, accordo parlamento-consiglio UE per piano da 47,5 mld

Covid, accordo parlamento-consiglio UE per piano da 47,5 mld

By RadioItaliaAnni60tv on 18 Novembre 2020 in PILLOLE VIDEO


Il Parlamento europeo e il Consiglio UE hanno concluso i negoziati sull’uso di fondi per promuovere la ripresa dalla crisi in risposta alla pandemia COVID-19 e alle sue conseguenze sociali. Raggiunto un accordo provvisorio sulle misure hanno l’obiettivo di sostenere una ripresa verde, digitale e resiliente dell’economia dell’Unione Europea. Il piano fornirà 47,5 miliardi di euro nei prossimi due anni.
sat/mrv/red