Giorno: 30 Dicembre 2020

Lavoro, denunce infortuni in calo ma più morti

By RadioItaliaAnni60tv on 30 Dicembre 2020 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – Le denunce di infortunio sul lavoro presentate all’Istituto tra gennaio e novembre sono state 492.150, in diminuzione di quasi 99 mila casi rispetto alle 590.679 dei primi 11 mesi del 2019 (-16,7%). Il calo si è registrato pur in presenza nel 2020 delle denunce di infortunio sul lavoro a seguito dei contagi da Covid-19 segnalate all’Inail fino al 30 novembre, che rappresentano circa il 21% del totale delle denunce di infortunio pervenute da inizio anno. I dati evidenziano a livello nazionale un decremento sia dei casi avvenuti in occasione di lavoro, passati da 498.454 a 435.405 (-12,6%), sia di quelli in itinere, occorsi cioè nel tragitto di andata e ritorno tra l’abitazione e il luogo di lavoro, che registrano un calo percentuale più sostenuto, pari al -38,5%, da 92.225 a 56.745. L’analisi territoriale evidenzia un calo delle denunce di infortunio in tutte le aree del Paese. La flessione che emerge dal confronto dei primi 11 mesi del 2019 e del 2020 è legata soprattutto alla componente maschile, che registra un calo del 23,4% (da 379.711 a 290.712 denunce), mentre quella femminile si attesta al -4,5% (da 210.968 a 201.438). La diminuzione delle denunce ha interessato sia i lavoratori italiani (-17,5%), sia quelli comunitari (-8,8%) ed extracomunitari (-14,1%).
Le denunce di infortunio sul lavoro con esito mortale sono state 1.151. Pur nella provvisorietà dei numeri, questo dato evidenzia un aumento di 154 casi rispetto ai 997 registrati nello stesso periodo del 2019 (+15,4%). L’incremento è influenzato soprattutto dai decessi avvenuti a causa dell’infezione da Covid-19.
Si registra una riduzione solo degli infortuni mortali in itinere, che sono passati da 271 a 199 (-26,6%), mentre quelli avvenuti in occasione di lavoro sono aumentati da 726 a 952 (+31,1%). L’incremento è legato soprattutto alla componente maschile, i cui casi mortali denunciati sono passati da 912 a 1.022 (+110 decessi). In aumento le denunce di infortunio mortale dei lavoratori italiani (da 813 a 978), mentre calano quelle dei lavoratori comunitari (da 57 a 54) ed extracomunitari (da 127 a 119).
(ITALPRESS).

Vasco Rossi, arriva “Una canzone d’amore buttata via”

By RadioItaliaAnni60tv on 30 Dicembre 2020 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – La prima canzone dell’anno, la prima nel programma di Bolle, la prima dell’album che verrà nel 2021, l’anno della rinascita.
Dalle 00:01 del 01.01.2021 esce il nuovo singolo “Una canzone d’amore buttata via” (prodotta con Celso Valli) e Vasco Rossi ha scelto di presentarla in esclusiva, e per la prima volta, in tv (dove non va da 15 anni) da Roberto Bolle in apertura del suo “Danza con me”, in onda il 1 gennaio su Raiuno.
(ITALPRESS).

E’ subito Balotelli, gol e vittoria all’esordio col Monza

By RadioItaliaAnni60tv on 30 Dicembre 2020 in TOP NEWS

MONZA (ITALPRESS) – E’ subito SuperMario. Prima da titolare per Balotelli e gol dopo 4 minuti nel big match che vede il Monza travolgere 3-0 la capolista Salernitana. Una prova di forza quella della formazione brianzola, che centra la terza vittoria di fila e battendo una Salernitana a tratti rinunciataria avvicina i posti che valgono la promozione diretta in A. Gara subito in discesa per il Monza: Carlos Augusto pesca Balotelli tutto solo che insacca sotto porta. Biancorossi in palla: Frattesi arma il destro di Boateng che costringe al volo Belec (31′), Mota Carvalho cerca l’incrocio trovando ancora il portiere (33′). La Salernitana aspetta e prova ripartire, ma Anderson sciupa da distanza ravvicinata, mentre la rasoiata di Di Tacchio è ben letta da Di Gregorio. Allo scadere il bis: tacco di Boateng, Frattesi accelera e serve al centro Barillà che non sbaglia. Monologo brianzolo anche nella ripresa: gestione e possesso. Al 21′ Mota Carvalho bacia il palo mentre i campani raramente si fanno vedere dalla parti di Di Gregorio. In pieno recupero Armellino chiude i conti dal limite castigando severamente i ragazzi di Castori.
(ITALPRESS).

Coronavirus, nuova crescita dei contagi ma decessi in calo

By RadioItaliaAnni60tv on 30 Dicembre 2020 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – Tornano a crescere in modo più marcato i casi di coronavirus in Italia. Nelle ultime 24 ore si registrano 16.202 nuovi contagi contro gli 11.212 registrati ieri.
Da segnalare anche l’incremento dei tamponi, oggi a quota 169.045, che determina un rapporto tamponi/positivi in leggera crescita rispetto a ieri attestandosi al 9,5%. Calano i morti: sono infatti 575 i decessi, rispetto ai 659 registrati ieri.
E’ quanto emerge dai dati del bollettino del ministero della Salute. In flessione gli attualmente positivi a quota 564.395 (-4.333). In 538.301 si trovano in isolamento domiciliare.
I guariti nelle ultime 24 ore sono 19.960. Sul fronte ospedaliero anche oggi si evidenzia un nuovo calo dei ricoveri anche se più contenuto rispetto agli ultimi giorni: i pazienti ricoverati sono 23.566, in flessione di 96. Meno significativa la riduzione dei degenti ospitati nelle terapie intensive, 2.528 con un saldo complessivo in discesa di 21 unità. Si registrano comunque meno nuovi ingressi nelle rianimazioni, 175 (ieri erano stati 256). Intanto la regione Campania fa sapere di non avere i dati sui nuovi ingressi nelle terapie intensive. La regione con il maggiore numero di nuovi contagiati risulta essere anche oggi il Veneto (2.986), seguita da Lombardia (1.673) ed Emilia-Romagna (1.427).
(ITALPRESS).