Giorno: 11 Gennaio 2021

Spezia-Sampdoria 2-1, Nzola decide su rigore il derby ligure

By RadioItaliaAnni60tv on 11 Gennaio 2021 in TOP NEWS

LA SPEZIA (ITALPRESS) – Lo Spezia si conferma dopo il successo esterno con il Napoli e strappa tre punti vitali in ottica salvezza nel derby ligure contro la Sampdoria. La squadra di Italiano vince e convince nel posticipo con le reti di Terzi e Nzola. Dopo l’impresa contro l’Inter, a Ranieri non basta il bel gol di Candreva per evitare il ko nella diciassettesima giornata. Spezia che invece vola a quota 17 punti e si allontana dalla zona calda della classifica. La contesa inizia all’insegna del divertimento. Le due squadre si affrontano a viso aperto, troppo forse in alcuni frangenti e ne risulta una prima mezz’ora di fuoco. Al 4′ Nzola si presenta con la solita foga agonistica sfiorando subito il bersaglio grosso dopo la deviazione provvidenziale di Yoshida. Thorsby e Keita sciupano una doppia chance al minuto 11, mentre Estevez al 16′ sfiora l’incrocio dei pali con una conclusione d’esterno. Il gol è solo questione di minuti e lo mette a segno per prima la compagine di casa: sponda di Chabot sugli sviluppi di un corner e incornata vincente di Terzi al 20′. La Sampdoria reagisce in maniera veemente, prima sfiorando il pari con Jankto e poi concretizzandolo grazie al solito Antonio Candreva: il suo destro al volo da pochi passi si insacca al 24′ nonostante il riflesso di Provedel. Non c’è un attimo di sosta e al 27′ Pobega sfiora il nuovo vantaggio spezzino con un colpo di testa a lato. Nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo la gara si incattivisce costringendo l’arbitro Piccinini a estrarre i primi cartellini. Tanto possesso palla e poche iniziative ad inizio ripresa. Ci pensa Thorsby a ravvivare la gara con una spinta ai danni di Pobega che costa il penalty ai blucerchiati: dagli undici metri ci va Nzola che sbaglia angolo ma batte ugualmente Audero al 61′. Keita recrimina a sua volta un calcio di rigore al 70′, ma il contatto in area è troppo leggero per il direttore di gara. Ranieri si gioca la carta Quagliarella nei minuti finali, non riuscendo a invertire la rotta e incappando nel nono passo falso stagionale.
(ITALPRESS).

Di Maio “Le forze politiche mettano da parte le armi della propaganda”

By RadioItaliaAnni60tv on 11 Gennaio 2021 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – “Rientrato a Roma questa mattina. Ieri ho firmato il memorandum per migliorare la collaborazione tra l’Arabia Saudita e l’Italia. E’ il momento di intensificare i rapporti, anche commerciali, con altri Paesi esteri. Serve all’Italia, alle nostre imprese e ai nostri lavoratori.
Quella appena iniziata sarà una settimana decisiva e invito tutte le forze politiche a mettere da parte le armi della propaganda. Concentriamoci invece su due cose: recovery plan e scostamento di bilancio. E facciamolo coinvolgendo anche le opposizioni, le regioni e gli enti locali”. E’ quanto scrive sulla sua pagina Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.
“Con il primo strumento – aggiunge – pianifichiamo l’utilizzo di 209 miliardi, che significa più risorse per la sanità, più sostegno alle imprese, più green, innovazione e digitalizzazione.
E poi lo scostamento di bilancio, perchè servono altri miliardi per dare ristori a chi ha subito importanti cali di fatturato.
La direzione da seguire è questa: continuare a dare aiuti a chi è stato colpito dalla pandemia, poche chiacchiere e lavorare, insieme. Dimostriamo di essere una Nazione forte”.
(ITALPRESS).

Covid, in Italia 654.362 vaccinati

By RadioItaliaAnni60tv on 11 Gennaio 2021 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – Sono 654.362 i vaccini anti-Covid somministrati in Italia. Il dato aggiornato alle 16 arriva dal ministero della Salute. E c’è anche un record regionale, quello della Campagna che ha somministrato tutte le dosi a disposizione con un rapporto del 101,7% che calcola anche le dosi extra ricavate dalle nuove siringhe ad ago bloccato. A guidare la classifica di genere sono sempre le donne, sono state 403 mila 954 le vaccinate con gli uomini fermi a quota 250 mila e 408. Sulle fasce d’età le più coperte sono quelle che vanno dai 50 ai 59 anni con 182 mila 680 dosi, mentre subito sotto quelle dai 40 ai 49 con 139 mila 674 dosi somministrate.
La classifica delle categorie è ancora guidata dagli operatori sanitari e sociosanitari con ben 524 mila e 716 dosi. Cresce però anche il personale non sanitario a quota 86 mila 863. Sono 293 i punti somministrazione con la Lombardia che guida a quota 65 sedi. Sulle iniezioni si avvicinano al 100% anche l’Umbria al 90,7%), il Veneto all’87,9% la Toscana all’85,5%. In coda alla classifica Lombardia, Calabria e la provincia di Bolzano.
(ITALPRESS).

“Lei mi parla ancora”, arriva in tv il nuovo film di Pupi Avati

By RadioItaliaAnni60tv on 11 Gennaio 2021 in TOP NEWS

MILANO (ITALPRESS) – Un nuovo film italiano targato Sky Original è pronto al debutto su Sky: lunedì 8 febbraio arriva in prima assoluta su Sky Cinema e in streaming su Now Tv “Lei mi parla ancora”, scritto e diretto da Pupi Avati, una co-produzione Bartlebyfilm e Vision Distribution in collaborazione con la storica Duea Film dei fratelli Avati, prodotto da Antonio Avati, Luigi Napoleone e Massimo Di Rocco per Vision Distribution e Bartleby film in collaborazione con Duea Film.
Il film, liberamente tratto dall’omonimo libro di Giuseppe Sgarbi, racconta la storia d’amore tra Nino e Caterina, sposati da 65 anni, si amano profondamente dal primo momento che si sono visti. Alla morte di Caterina, la figlia, nella speranza di aiutare il padre a superare la perdita della donna che ha amato per tutta la vita, gli affianca Amicangelo, un editor con velleità da romanziere, per scrivere attraverso i ricordi del padre un libro sulla loro storia d’amore. Amicangelo accetta il lavoro solo per ragioni economiche e si scontra subito con la personalità di un uomo che sembra opposta a lui. Ma il rapporto tra i due diventerà ogni giorno più profondo fino a trasformarsi in un’amicizia sincera.
Nel cast Renato Pozzetto e Stefania Sandrelli interpretano Nino e Caterina, insieme a Isabella Ragonese (Caterina da giovane), Lino Musella (Nino da giovane) e Fabrizio Gifuni nei panni dello scrittore Amicangelo. Insieme a loro anche Chiara Caselli, Alessandro Haber, Serena Grandi, Gioele Dix, Nicola Nocella. La sceneggiatura e il soggetto sono di Pupi e Tommaso Avati.
(ITALPRESS).

Coronavirus, 12.532 nuovi casi e 448 decessi in Italia

By RadioItaliaAnni60tv on 11 Gennaio 2021 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – I nuovi casi di coronavirus in Italia scendono a 12.532 nelle ultime 24 ore, ma sono in calo anche i tamponi, che rispetto a ieri sono 91.656. Crescono invece le vittime, 448 rispetto alle 24 ore precedenti, e anche il tasso di positività che ora è al 13,6% ovvero +0,3% rispetto a ieri. Un segno più anche per le terapie intensive e i ricoveri in area non critica rispettivamente a +27 e +176. Questo il bollettino Covid odierno diffuso dal ministero della Salute.
Con 1.942 casi in Emilia Romagna e 1.715 in Veneto, le due regioni sono al vertice dell’incremento casi Covid nelle ultime 24 ore rispetto al resto d’Italia.
(ITALPRESS).

Covid, Moderna avvia la distribuzione del vaccino in Europa

By RadioItaliaAnni60tv on 11 Gennaio 2021 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – Iniziano oggi le consegne del vaccino di Moderna contro il COVID-19 agli Stati membri dell’Unione Europea. Saranno gestite dalla società Kuehne+Nagel e partiranno dai suoi hub centralizzati in Europa.
“Si tratta di un traguardo davvero emozionante, e siamo orgogliosi del ruolo che il vaccino di Moderna svolgerà nell’affrontare questa pandemia in Europa. La distribuzione nell’Unione Europea è una delle più grandi imprese logistiche che Moderna abbia affrontato da quando è nata dieci anni fa. Provo grande ammirazione per il team dedicato che ci ha portato qui, e sono grato a tutti i partner, i fornitori e la Commissione Europea per il loro aiuto e il loro supporto lungo il percorso”, afferma Dan Staner, vice Presidente e direttore della regione EMEA per Moderna.
(ITALPRESS).