RadioItaliaAnni60tv

EDILIZIA, UNIONCAMERE: PROSEGUE LENTA RISALITA DEL SETTORE

By RadioItaliaAnni60tv on 8 Gennaio 2019 in NOTIZIE DALLA REDAZIONE

Prosegue in Emilia-Romagna la lenta risalita del settore delle costruzioni. L’edilizia ha registrato nel periodo luglio-settembre 2018 un aumento del volume d’affari dell’1,2% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il settore mette cosi’ a segno il sesto trimestre in positivo, secondo l’indagine di Unioncamere. Negli ultimi tre mesi, tuttavia, la tendenza positiva pare essersi però affievolita. È positivo, comunque, l’andamento del volume d’affari per le piccole e medie imprese, mentre per le grandi la tendenza si e’ bruscamente invertita divenendo leggermente negativa. Secondo l’Istat, nel terzo trimestre 2018, gli occupati nelle costruzioni sono risultati oltre 107.000, con un incremento del 4,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, dovuto ai lavoratori autonomi (+0,8% a livello nazionale). A fine settembre, le imprese attive nelle costruzioni sono risultate 65.739. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente si sono ridotte dello 0,9%, ma si tratta della flessione piu’ contenuta dal 2011. La diminuzione e’ piu’ ampia per le imprese che effettuano lavori di costruzione specializzati, le imprese minori, ma e’ piu’ rapida per quelle che sono specializzate nella costruzione di edifici. Il calo e’ stato determinato soprattutto dalle ditte individuali e quindi dalle societa’ di persone; continuano a crescere invece le societa’ di capitali. Anche i consorzi e le cooperative sono risultate in flessione.

SALDI: PARTENZA POSITIVA NEL PRIMO WEEK-END

By RadioItaliaAnni60tv on 7 Gennaio 2019 in NOTIZIE DALLA REDAZIONE

Partenza con il piede giusto, si registra un avvio “positivo”, in Emilia-Romagna, per i saldi invernali. Nel primo fine settimana di ribassi i negozi della regione – spiegano le associazioni di categoria – hanno registrato un buon afflusso di clientela decisa ad approfittare degli sconti per i propri acquisti. Nelle città capoluogo dell’Emilia-Romagna, le vetrine delle vie dei centri storici hanno visto tante persone varcare la soglia per comprare a prezzi vantaggiosi. Dopo le prime giornate “la valutazione e l’andamento sono tendenzialmente positivi”: c’erano infatti aspettative molto alte sui saldi e la prima risposta viene definita “positiva. C’è parecchio movimento – aggiungono le associazioni – soprattutto nelle città capoluogo anche per l’afflusso di turisti arrivati per le feste. “I saldi – viene citato uno studio – erano attesi da sette italiani su dieci”. Alla vigilia dell’avvio delle vendite di fine stagione l’Ufficio Studi di Confcommercio ha stimato come queste interesseranno oltre 15 milioni di famiglie muovendo in totale 5,1 miliardi di euro, con una spesa per famiglia di 325 euro e pro capite di 141 euro. Nel primissimo scorcio di saldi, viene sottolineato dalla Confesercenti Emilia-Romagna, rispetto allo scorso anno si registra un incremento delle vendite del 20% e una spesa media di 190 euro. Nei negozi, viene evidenziato dall’associazione, ci sono più prodotti in vendita e molti esercizi hanno fatto più del 50% di sconto.

COMMERCIO: ESTATE NERA PER I NEGOZI IN EMILIA-ROMAGNA

By RadioItaliaAnni60tv on 4 Gennaio 2019 in NOTIZIE DALLA REDAZIONE

I commercianti annaspano e guardano il 2018 di fronte a un segno meno che non si vedeva da tempo: i numeri riferiti all’estate dell’anno che si è appena concluso mostrano un calo delle vendite del 2,2%, mai eguagliato dalla fine del 2014. Lo rileva un’indagine condotta da Unioncamere insieme alle Camere di commercio dell’Emilia-Romagna. Complice la stagione, ci si attende comunque un sensibile miglioramento delle vendite negli ultimi tre mesi; e poi si guarda ai saldi che iniziano domani. La tendenza negativa riguarda in particolare le vendite del dettaglio specializzato, alimentare e non, mentre ipermercati, super e grandi magazzini hanno interrotto l’andamento sfavorevole dei quattro trimestri precedenti. Nel dettaglio, i negozi specializzati di genere non alimentare accusano la flessione piu’ ampia (-2,9%), mentre per gli alimentari si parla di un calo più lieve. I grandi negozi e catene fanno registrare invece un leggero aumento. Il trend appare dunque pesante soprattutto per la piccola distribuzione, con un calo del 3,1%. Si amplia poi il calo del numero delle imprese: erano 45.070 nel terzo trimestre 2018, ovvero l’1,7% in meno rispetto a un anno prima. A chiudere sono soprattutto le ditte individuale e le societa’ di persone, mentre crescono le societa’ di capitale.

SALDI: SABATO SCATTA LA CORSA AGLI ACQUISTI

By RadioItaliaAnni60tv on 3 Gennaio 2019 in NOTIZIE DALLA REDAZIONE

Il primo sabato dell’anno sara’ all’insegna dello shopping in Emilia-Romagna, perche’ inizieranno ufficialmente i saldi. A livello nazionale, secondo le stime, i saldi coinvolgono oltre 15 milioni di famiglie, muovendo in totale 5,1 miliardi, con una spesa pro capite di circa 140 euro. Confcommercio prevede che per questi sconti invernali ogni famiglia spendera’ 325 euro per comprare vestiti, calzature e accessori. In vista dell’appuntamento – dice l’associazione – “ci sono buone aspettative da parte dei commercianti, che sono pronti ad accogliere nei loro punti vendita i consumatori ed i tanti turisti che in questi giorni hanno visitato la nostra regione”. Da ricordare, fondamentale, alcune regole di ‘buona condotta’ per gli acquisti. La possibilita’ di cambiare la merce e’ lasciata al negoziante, a meno che il capo non sia danneggiato o non conforme perche’ in questo caso dovra’ riparare o sostituire il capo (quando non fosse possibile scatta la riduzione o restituzione del prezzo pagato). I capi che vengono scontati devono avere carattere stagionale ed essere notevolmente deprezzati, ma nulla vieta di poter metterne in vendita anche altri che non fanno parte della stagione in corso. Infine, il negoziante ha l’obbligo di indicare sul cartellino il prezzo normale di vendita, lo sconto applicato e il prezzo finale in saldo.