RadioItaliaAnni60tv

Usa, insulti nel primo duello tv Trump-Biden

By RadioItaliaAnni60tv on 30 Settembre 2020 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – Insulti reciproci e interruzioni hanno caratterizzato il primo duello in tv tra i due candidati alle elezioni presidenziali del 3 novembre negli Stati Uniti, Joe Biden e Donald Trump.
“Tutti sanno che il Trump è un bugiardo e un clown”, afferma il candidato dem. E poi: “Sei il peggior presidente della storia”. “Non c’è niente di intelligente in te – replica il tycoon – un pupazzo in mano alla sinistra radicale”.
Riguardo alle proteste razziali il presidente non ha condannato il suprematismo sostenendo che la violenza “è un problema non della destra ma della sinistra”. Sui social la sfida è stata definita “una vergogna”, a dimostrazione di una campagna elettorale tra le più divise della storia americana.
(ITALPRESS).

M5s, Fico “Guida collegiale più giusta, non penso scissioni”

By RadioItaliaAnni60tv on 30 Settembre 2020 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – “Credo che una guida collegiale sia oggi più giusta per il M5S, un movimento che è cresciuto molto velocemente e si è ingrandito. Con questa complessità abbiamo bisogno di una nuova organizzazione. Non penso che ci saranno scissioni, abbiamo sempre trovato una sintesi”. Lo ha detto il presidente della Camera, Roberto Fico, ospite di #Cartabianca su Rai3.
Fico ha parlato di “una riflessione interna al movimento che deve trovare una nuova organizzazione, un’identità più forte. Un movimento più forte aiuta il paese. La direzione che stiamo seguendo oggi è la direzione migliore”. Per Fico, l’alleanza col Partito Democratico “deve diventare stabile su tematiche fondamentali, sanità pubblica, scuola pubblica, aiuto ai più deboli, diritti sociali e civili, gestione dell’acqua pubblica”.
Quanto alla piattaforma Rousseau, “credo che Rousseau sia una piattaforma all’avanguardia, che abbia cercato di trasportare la partecipazione degli iscritti a qualcosa di più ampio. Poi, come tutte le organizzazioni, è chiaro che nel movimento dobbiamo provare a ridiscutere tutto, in un senso positivo e costruttivo”, ha concluso.
(ITALPRESS).

Coronavirus, Speranza “Non ci sono condizioni per lockdown totali”

By RadioItaliaAnni60tv on 29 Settembre 2020 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – “Dobbiamo lavorare giorno e notte con grande sintonia tra i livelli istituzionali per evitare i lockdown totali perchè arrivare a un lockdown totale significa far pagare un prezzo enorme al nostro paese e ai nostri concittadini”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, ospite di #Cartabianca su Rai3, rispondendo a una domanda su eventuali lockdown in regioni come la Campania. “In questo momento – ha continuato – i numeri in Italia non giustificano un lockdown totale. Vogliamo ancora lavorare per coltivare questa diversità positiva che oggi abbiamo. Dipenderà dai comportamenti delle persone e dalla nostra capacità di tenuta”. Secondo il ministro, inoltre, “in questo momento non ci sono le condizioni in nessun paese e in nessuna regione italiana per lockdown totali. Poi li valuteremo con grandissima attenzione, mai in una logica di scontro con i governatori ma di condivisione. A marzo avevamo una concentrazione del virus in alcune aree del nord, oggi abbiamo numeri più bassi ma molto più diffusi. Nessun territorio è esente e può sentirsi libero da questa battaglia”.
Sull’ipotesi di una proroga dello stato di emergenza, il ministro ha chiosato: “E’ una valutazione che faremo a ridosso del 15 ottobre. La situazione oggi non è migliore rispetto ai giorni di fine luglio. Faremo una valutazione, ci confronteremo con il parlamento. Io sono per mantenere ancora la linea della massima prudenza”.
(ITALPRESS).

Fca-Psa, deciso il Cda di Stellantis con Elkann presidente

By RadioItaliaAnni60tv on 29 Settembre 2020 in TOP NEWS

TORINO (ITALPRESS) – Il Cda di Stellantis, la società che nascerà dalla fusione tra Fca e Psa entro il primo trimestre 2021, sarà composto da 11 consiglieri, come stabilito nell’accordo firmato a fine 2019, tra cui tre donne.
Il presidente sarà John Elkann, già a capo di Fca, Ferrari, Gedi e Exor, la holding della famiglia Agnelli che ha espresso altri quattro consiglieri non esecutivi: Andrea Agnelli, presidente della Juventus e unico altro italiano nel consiglio, Fiona Clare Cicconi, Wan Ling Martello e Kevin Scott. Psa insieme a Bpifrance, ha invece indicato Robert Peugeot come vicepresidente, Henri de Castries come Senior Independent Director, e tre consiglieri non esecutivi: Nicolas Dufourcq, Ann Frances Godbehere e Jacques de Saint-Exupèry. Nel board, come da prassi, siederà anche Carlos Tavares, attuale ceo di Psa, che sarà il ceo anche del nuovo gruppo.
Sei dei nove consiglieri non esecutivi, sono anche indipendenti.
Si tratta di Henri de Castries, Fiona Clare Cicconi, Nicolas Dufourcq, Ann Frances Godbehere, Wan Ling Martello, Kevin Scott (Non-Executive Director).
(ITALPRESS).

Spadafora “14 casi Covid al Genoa? Credo che Serie A possa proseguire”

By RadioItaliaAnni60tv on 29 Settembre 2020 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – “Sicuramente è una tegola a ciel sereno, perchè il protocollo della Figc è molto serio e articolato. Prese tutte le misure di cautela per il Genoa, vediamo i risultati dei test effettuati al Napoli, ma credo che il campionato sia ancora in grado di svolgersi nel modo previsto”. Lo ha dichiarato il ministro per le politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora parlando dei 14 casi di positività al Covid-19 che hanno colpito il Genoa e preoccupano la Serie A. “Con il presidente della Figc Gravina e il presidente della Lega Serie A Dal Pino, che peraltro incontrerò la prossima settimana, farò il punto della situazione – ha aggiunto Spadafora ai microfoni di Sky Sport – Del resto l’inizio del campionato per noi è una sperimentazione, stiamo provando modalità nuove per portare avanti quella normalità auspicata, ovviamente con tutte le cautele necessarie. La differenza tra il protocollo Uefa (che fissa in 13 il numero minimo dei calciatori disponibili per la disputa delle partite, ndr) e le regole italiane? E’ un tema che va posto alla Figc più che al ministero dello sport. Noi siamo sempre pronti ad accogliere qualunque elemento migliorativo”.
(ITALPRESS).

Giorgio Panariello compie 60 anni, tra tv, cinema e teatro

By RadioItaliaAnni60tv on 29 Settembre 2020 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – Giorgio Panariello compie 60 anni. Il comico, attore e imitatore italiano festeggia il suo compleanno il prossimo 30 settembre. Le battute dal tipico accento toscano, la mimica e le parodie caratterizzano i suoi show. Negli anni, slogan, tormentoni, imitazioni, siparietti con personaggi veri o di fantasia, spesso eccentrici, bizzarri o esagerati, hanno conquistato il pubblico e sono entrati nell’immaginario collettivo. Partecipa a “Stasera mi butto”, programma Rai per nuovi talenti che, nei primi anni Novanta, lancia diversi artisti del mondo dello spettacolo. Il debutto nel cinema arriva nel 1996 nel film “Albergo Roma” diretto da Ugo Chiti. Successivamente, è sul grande schermo anche con il ruolo di regista, oltre che di attore, con “Bagnomaria” nel 1999 e “Al momento giusto” nel 2000. Tra i vari titoli, Panariello recita, tra l’altro, anche in “Ti amo in tutte le lingue del mondo”, “Notte prima degli esami – oggi”, “Sms Sotto Mentite Spoglie”, “No Problem”, “I Mostri Oggi”, “Natale in Sud Africa”, “Amici miei… come tutto ebbe inizio”, “Un fantastico via vai”.
In tv, oltre a numerose apparizioni in diversi programmi televisivi, conduce, tra l’altro, “Torno sabato”, varietà in prima serata su Rai1, e poi “Ma il cielo è sempre più blu”. Nel 2006 presenta il Festival di Sanremo, con Ilary Blasi e Victoria Cabello. Nel 2012 conduce “Panariello non esiste”, varietà andato in onda in prima serata su Canale5. Negli anni, inoltre, porta in scena i suoi spettacoli grazie a diversi tour che sono seguiti sia in Italia che all’estero, in particolare negli Stati Uniti dove lo show di Panariello ottiene importanti successi.
La sua simpatia conquista il pubblico, dal vivo e non solo. Panariello, infatti, si fa notare anche negli spot pubblicitari e, con le sue battute, diventa una compagnia quotidiana per i telespettatori. Versatile e creativo, lo showman si dedica anche alla scrittura. Sono diventate famose le sue imitazioni e le parodie di personalità note come Renato Zero e Flavio Briatore ma anche i siparietti realizzati trasformandosi in personaggi di fantasia dall’aspetto caricaturale nei modi e nell’abbigliamento. I suoi sketch hanno lanciato veri e propri tormentoni molto apprezzati e talvolta ricordati dai fan.
(ITALPRESS).

Conte “Abbiamo grande sfida da vincere, no alternative”

By RadioItaliaAnni60tv on 29 Settembre 2020 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – “Avremo successo se riusciremo a coinvolgere le migliori energie, se questo diventerà un piano nazionale partecipato da tutti. Il Paese gioca la partita più importante degli ultimi decenni, non riguarda solo noi, dobbiamo lavorare per le generazioni future. Cresceremo poco e male se non punteremo a superare le diseguaglianze di genere, quelle generazionali e territoriali. Abbiamo una grandissima sfida, non abbiamo alternative, dobbiamo vincerla e lo possiamo fare solo tutti insieme”. Lo ha detto il premier, Giuseppe Conte, intervenendo all’assemblea di Confindustria. “I mesi che ci attendono saranno un appuntamento cruciale per il rilancio del Paese, vogliamo una chiara demarcazione rispetto al passato, un mutamento di passo e prospettiva. Abbiamo testa, cuore ed energia e determinazione per recuperare quella statura di grande potenza economica e industriale raggiunta nella seconda metà del secolo scorso. Un’Italia capace di promuovere i meriti di tutti ma di prendersi cura dei bisogni di ciascuno”, ha aggiunto.
(ITALPRESS).

Confindustria, Bonomi “Serve nuovo grande patto per l’Italia”

By RadioItaliaAnni60tv on 29 Settembre 2020 in TOP NEWS

ROMA (ITALPRESS) – “Serve un nuovo grade patto per l’Italia. La nuova produttività che serve all’Italia dopo 25 anni di stasi, deve considerare contestualmente le politiche di innovazione, la formazione e l’advance knowledge, la regolazione per promuovere l’efficienza dei mercati, le infrastrutture abilitanti e interventi strutturali per la coesione sociale”. Lo ha detto il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, aprendo l’assemblea di Confindustria. “E’ su questo concetto ampio di produttività che si devono concentrare le azione e le politiche dei prossimi anni, con l’obiettivo di massimizzare il ruolo di motore di sviluppo del sistema delle imprese e del lavoro – ha aggiunto – e dare una nuova centralità alla manifattura”. Per Bonomi, inoltre, “servono scelte per l’Italia del futuro. Scelte anche controvento. Serve il coraggio del futuro”. Poi, rivolgendosi al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ha aggiunto: “presidente lei ha detto: ‘se sbaglio sull’utilizzo del Recovery Fund mandatemi a casà. No, se si fallisce nella definizione delle misure da presentare all’Europa, non va a casa solo lei. Andiamo a casa tutti. Perchè il danno per il Paese sarebbe immenso. Non ce lo possiamo permettere. E’ tempo di azione comune, oppure non sarà un’azione efficace”. Ecco perchè “chiediamo al governo di scrivere insieme il patto per il Paese: con noi e con tutte le parti sociali. Un grande e comune patto per l’Italia. E il primo ad aver richiamato più volte, negli ultimi mesi, all’urgenza di fissare chiare priorità è stato il capo dello Stato. Al Patto per l’Italia è richiesta una visione alta e lungimirante – ha aggiunto – la ‘ripresinà italiana 2015-2017 è stata trainata dalle imprese industriali e manifatturiere, e dal loro export. Da troppi anni in Italia manca una visione capace di unire ciò che il nostro paese sa fare con l’impatto della modernità”.
(ITALPRESS).