Our News

Latest news from our blog

BIBBIANO, LE RIVELAZIONI DI UN’ASSISTENTE SOCIALE

BIBBIANO, LE RIVELAZIONI DI UN’ASSISTENTE SOCIALE

By RadioItaliaAnni60tv on 29 Luglio 2019 in NOTIZIE DALLA REDAZIONE

Iniziano a filtrare informazioni che trovano reali conferme negli ambienti investigativi, riguardo all’inchiesta Angeli e Demoni sui presunti affidi illeciti in Val d’Enza. La vicenda Bibbiano si arricchisce delle parole di una assistente sociale che ha rivelato di avere falsificato rapporti su alcune situazioni familiari così da indirizzare lo stesso Tribunale dei Minori ad affidare i bambini, considerati vittime di abusi, a figure terze. Parole che arrivano all’indomani della scoperta dell’avvertimento – risultato inascoltato – della Procura di Reggio Emilia al Tribunale dei Minori di Bologna proprio su relazioni non corrette. La donna, viene riportato da organi di stampa, ha ammesso i propri addebiti e sostenuto di avere falsificato alcuni report a causa delle pressioni subite dai superiori. Una situazione che, nel tempo, avrebbe generato malessere tanto da chiedere e ottenere un trasferimento in un altro settore dei servizi sociali. Ora, in virtù della sua collaborazione, l’assistente sociale potrà tornare a svolgere le proprie mansioni dopo la decisione del giudice di revocare la misura della sospensione di sei mesi dal lavoro; revoca verso cui aveva espresso parere negativo la Procura. Diversi casi su cui la magistratura sta iniziando a fare piena luce e che arrivano a scavare anche nel passato meno recente: è della procura di Modena la decisione di riaprire un’altra vicenda spinosa, quella dell’inchiesta Veleno su fatti analoghi di allontanamento di bambini dalle proprie famiglie per presunti casi di pedofilia. Un fascicolo risalente a vent’anni fa, su fatti avvenuti nella bassa modense, per i quali si sta procedendo al momento contro ignoti ma che vede coinvolto, allora come ora, il centro studi ‘Hansel e Gretel’ di Torino.