Our News

Latest news from our blog

COVID-19, CARCERI: BALZO DEI CONTAGI, GARANTI CHIEDONO MISURE

COVID-19, CARCERI: BALZO DEI CONTAGI, GARANTI CHIEDONO MISURE

By RadioItaliaAnni60tv on 19 Novembre 2020 in NOTIZIE DALLA REDAZIONE

L’emergenza Covid torna pure nelle carceri italiane, la seconda ondata – come era stato a inizio anno – si somma agli storici problemi degli istituti penitenziari, sovraffollamento su tutti. A lanciare l’allarme sulla situazione della Dozza di Bologna è la sigla della categoria Funzione Pubblica della Cgil.

Il sindacato definisce la situazione “sempre più difficile”. La preoccupazione viene ribadita in occasione di un episodio avvenuto ieri mattina nella camera di sicurezza dell’ospedale Sant’Orsola, dove sono ricoverati tre detenuti della casa circondariale: uno di loro ha iniziato a dare in escandescenza con atti di autolesionismo in varie parti del corpo.

Una situazione che è peggiorata quando anche gli altri due hanno iniziato ad imitarlo.

La sigla sindacale sottolinea che si tratta di soggetti affetti da problemi psichiatrici, la cui gestione diventa per il personale penitenziario ancora più complessa alla luce dell’emergenza creata dalla pandemia. Nel carcere bolognese ci sono al momento 700 detenuti, la maggior parte dei quali definiti “problematici”.

E come era successo durante la prima ondata dei Covid, tornano a farsi sentire i Garanti dei detenuti negli istituti penitenziari italiani: con una lettera ai gruppi parlamentari del Senato, hanno chiesto di prendere misure per alleggerire le carceri ed evitare quanto successo tra l’11 e il 12 marzo scorsi, quando vi furono rivolte e alcuni detenuti morirono.

Il sindacato Uil fa sapere che – dato aggiornato a lunedì – ci sono ben 758 detenuti e 936 operatori positivi al virus, nelle 190 carceri italiane.