Our News

Latest news from our blog

COVID-19, GLI INDUSTRIALI DEL NORD: RIPARTIRE SENNO’ SI SPEGNE L’ITALIA

COVID-19, GLI INDUSTRIALI DEL NORD: RIPARTIRE SENNO’ SI SPEGNE L’ITALIA

By RadioItaliaAnni60tv on 9 Aprile 2020 in NOTIZIE DALLA REDAZIONE

Ripartire presto per non rischiare di spegnere il paese. E’ questo in estrema sintesi l’appello lanciato dai presidenti di Confindustria Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto, Pietro Ferrari, Marco Bonometti, Fabio Ravanelli ed Enrico Carraro. Le 4 regioni insieme, sottolineano, rappresentano il 45% del Pil italiano: la locomotiva insomma del sistema Italia che ora, con le misure di contenimento che vanno avanti a tempo indefinito, rischia – dicono i presidenti – di non riuscire più a rimettersi in marcia. “Prolungare il lockdown – scrivono gli industriali del nord – significa continuare a non produrre, perdere clienti e relazioni internazionali, non fatturare con l’effetto che molte imprese finiranno per non essere in grado di pagare gli stipendi del prossimo mese”. La soluzione? Una roadmap per una riapertura ordinata e in piena sicurezza: insomma, entrare nella fase2 enunciata dal premier Conte, quella della ripartenza. Seguendo principi cardine però: innanzitutto, garantire le riaperture in sicurezza, chi non e’ in grado di assicurarlo non puo’ riaprire; e poi superare i codici Ateco, la classificazione delle attivita’ economiche, meccanismo troppo vetusto per il sistema delle filiere italiano. Per fare questo, concludono, serve che le imprese possano avere facile e sicuro accesso a mascherine e guanti, ma anche che le istituzioni aiutino finanziando la spesa per la messa in sicurezza dei luoghi di lavoro.