Our News

Latest news from our blog

COVID-19, MORTI NELLE RSA: IL PUNTO SULLE INDAGINI

COVID-19, MORTI NELLE RSA: IL PUNTO SULLE INDAGINI

By RadioItaliaAnni60tv on 16 Settembre 2020 in NOTIZIE DALLA REDAZIONE

Anziani morti nelle Rsa in Emilia-Romagna durante la fase più dura della pandemia da Coronavirus, nelle sedi delle procure regionali le indagini vanno avanti.

A Bologna, nei giorni scorsi gli inquirenti hanno sentito alcuni familiari degli ospiti dell’istituto Sant’Anna – Santa Caterina, una delle case di riposo della città in cui era scoppiato un focolaio e dove i Nas hanno effettuato controlli nei mesi scorsi; a Modena, dopo le prime audizioni nel giugno scorso, i familiari attendono ulteriori convocazioni.

Magistrati al lavoro anche a Parma e Ferrara.

Un punto fermo è infine stato messo a Reggio Emilia, sotto la lente dei pm ci sono i 18 decessi della Casa della Carità di Montecchio Emilia: contrariamente a quanto chiesto dai familiari e dalla Procura, il tribunale ha deciso che non verrà riesumata alcuna salma, per via – sostiene il giudice – di un rischio tuttora in essere per la salute pubblica, a fronte di un’operazione che potrebbe rivelarsi inutile.

Al momento, per tutte le inchieste in giro per l’Emilia-Romagna le indagini sono ancora in corso e non c’e’ alcuna richiesta di archiviazione. Questo è il quadro delineato dal Codacons Emilia-Romagna, associazione dei consumatori che intende rappresentare i familiari degli anziani morti nelle strutture ora nel mirino della giustizia: ieri a Bologna si è svolta un’assemblea aperta ai parenti che in questi mesi hanno presentato esposti (una trentina i presenti), con l’obiettivo di creare un comitato regionale.

Ma pure di mettere pressione alle istituzioni: il presidente dell’associazione Bruno Barbieri ha ricordato che si attende ancora il pieno accesso agli atti chiesto ai palazzi della Regione e ha intimato un ultimatum a viale Aldo Moro perché questo avvenga in fretta.  Altrimenti, dice, “ci rivolgeremo alla magistratura”.