Our News

Latest news from our blog

COVID-19: UN BAZOOKA DA 40MILIARDI DI EURO PER LA “FASE2”

COVID-19: UN BAZOOKA DA 40MILIARDI DI EURO PER LA “FASE2”

By RadioItaliaAnni60tv on 7 Aprile 2020 in NOTIZIE DALLA REDAZIONE

Un bazooka da 400mld di euro. Al termine di un consiglio dei ministri durato tutta la giornata di ieri, il presidente Conte si è presentato in diretta streaming, affiancato dai ministri dell’economia Gualtieri, Sviluppo Economico Patuanelli e all’istruzione Azzolina. 3 i decreti annunciati: un dl liquidità per le imprese, una misura che contiene benefici per le scuole, la golden power per proteggere le aziende italiane da scalate ostili. Innanzitutto il governo sospende pagamenti fiscali e contributivi che gravavano sulle imprese, per un incasso di 10 miliardi di euro.Sul fronte della scuola, il decreto ad hoc stanzia 85 milioni: di questi, 70 permetteranno agli istituti di acquistare “tablet e pc” in modo da organizzare meglio la didattica a distanza. Beneficiari saranno “gli studenti meno abbienti. E poi c’è la sicurezza economica: tante le imprese strategiche che rischiano di diventare preda di colossi internazionali. Per contrastare “scalate ostili”, il governo rende più alto il muro protettivo assicurato dalle norme golden power. La protezione investirà anche aziende attive nei settori “finanziario, dell’energia, dei trasporti, dell’acqua, della sicurezza alimentare, dell’agricoltura”. Ma la misura più importante è certamente il Fondo centrale di garanzia per migliaia di imprese e professionisti: per agevolare prestiti e liquidità,  risorse nazionali ed europee offriranno una copertura pubblica ai finanziamenti, grazie a una iniezione di liquidità di 1,5 miliardi di euro. Come funziona? “Basterà dimostrare di avere i requisiti, di avere una partita Iva, l’ultima dichiarazione dei redditi, l’ultima dichiarazione di pagamento delle imposte per ottenere il prestito” perché la “garanzia diventa automatica”. Questo meccanismo viene introdotto per aiuti fino ai 25 mila euro, per i quali la garanzia farà capo interamente allo Stato. La platea dei beneficiari includerà le aziende fino a 499 dipendenti. Prestiti (con scadenza fino a 6 anni) – per importi fino agli 800 mila euro – saranno garantiti al 100% (per il 90% dallo Stato e per il 10% da Confidi). Prestiti fino a 5 milioni di euro beneficeranno di una garanzia al 90%. C’è infine un secondo fondo, denominato Sace, che farà capo alla Cassa depositi e prestiti: l’istituto concederà garanzie “a banche e istituti di credito fino 200 miliardi di euro, di cui almeno 30 a supporto di piccole e medie imprese (inclusi i lavoratori autonomi e le  partita Iva).