Our News

Latest news from our blog

FISCO: SCOPERTI IN UN ANNO 900 EVASORI TOTALI IN E-R

FISCO: SCOPERTI IN UN ANNO 900 EVASORI TOTALI IN E-R

By RadioItaliaAnni60tv on 26 Giugno 2019 in NOTIZIE DALLA REDAZIONE

In Emilia-Romagna gli evasori ‘totali’, quelli completamente sconosciuti al fisco, scoperti nell’ultimo anno sono stati 871, smascherati attraverso quasi 5.000 tra verifiche e controlli che hanno portato alla denuncia di 1.988 persone per reati fiscali. La base imponibile sottratta a tassazione è risultata pari a oltre tre miliardi di euro, mentre i sequestri ammontano a oltre 124 milioni. Sono alcuni dei dati diffusi in occasione della cerimonia per i 250 anni dalla fondazione del corpo della Guardia di Finanza. Oltre alla lotta all’evasione fiscale, un altro settore che ha impegnato le Fiamme Gialle è il contrasto al ‘lavoro nero’: in regione sono stati individuati 406 imprenditori che hanno impiegato 2.019 lavoratori irregolari. I controlli finalizzati alla tutela della spesa pubblica hanno portato alla scoperta di casi di illegittima percezione di finanziamenti per oltre 47 milioni euro, con la denuncia di 114 soggetti. Quelli per verificare la sussistenza dei requisiti previsti per l’erogazione di prestazioni sociali agevolate e per l’esenzione del ticket sanitario hanno evidenziato una percentuale di irregolarità pari al 52%. La lotta alla contraffazione e alla pirateria, che comprende anche la tutela del made in Italy e le verifiche sulla sicurezza dei prodotti, ha portato alla denuncia di 455 persone. I prodotti illegali sequestrati, perché contraffatti, ‘piratati’ o pericolosi, sono stati oltre 15 milioni, ai quali si aggiungono quasi 15 tonnellate di cibi scaduti o infestati da parassiti. L’attività di contrasto al gioco illegale, spesso utilizzato come canale per il riciclaggio di proventi derivanti da altre attività criminose, ha portato alla scoperta di irregolarità nell’8,25% dei casi. Le Fiamme Gialle hanno inoltre intercettato patrimoni illecitamente accumulati, anche attraverso prestanome, da persone condannate per associazione mafiosa. In questo ambito sono stati sottoposti a sequestro beni mobili ed immobili, oltre a quote societarie e disponibilità finanziarie, per un oltre 115 milioni di euro.