Our News

Latest news from our blog

INCHIESTA MONDO SEPOLTO, PATTEGGIANO IN 19

INCHIESTA MONDO SEPOLTO, PATTEGGIANO IN 19

By RadioItaliaAnni60tv on 17 Luglio 2019 in NOTIZIE DALLA REDAZIONE

Sono 19 le sentenze di patteggiamento, con pene che vanno da un anno e quattro mesi a quattro anni, pronunciate dal Gip del Tribunale di Bologna, Alberto Ziroldi, nei confronti di altrettante persone indagate nell’ambito dell’inchiesta ‘Mondo Sepolto’, che lo scorso gennaio ha portato alla luce due cartelli di imprese che “controllavano” le camere mortuarie dell’ospedale Maggiore e del Sant’Orsola di Bologna. Il patteggiamento ha riguardato tra gli altri Giancarlo Armaroli e Massimo Benetti, considerati dall’accusa ai vertici delle due organizzazioni. Per Armaroli, titolare della ditta ‘Armaroli Tarozzi’ e ritenuto il leader dell’associazione per delinquere del Maggiore, la pena è di quattro anni, mentre Benetti, presidente del Cif (Consorzio imprese funebri), a capo del gruppo che controllava la camera mortuaria del Sant’Orsola, ha patteggiato tre anni e sei mesi. Assieme a loro hanno chiesto e ottenuto il patteggiamento altre 17 persone, che fanno parte dei 74 indagati, tra persone fisiche e società, a cui lo scorso aprile era stato notificato l’avviso di fine indagine, accusandoli a vario titolo di di associazione a delinquere, corruzione, dichiarazione fraudolenta, false comunicazioni sociali, riciclaggio e rivelazione di segreti d’ufficio. Bisognerà aspettare invece il 15 novembre per discutere le posizioni di Lorenzo Lelli (titolare della ditta ‘Lelli’), che ha chiesto di patteggiare due anni e sette mesi, e di Gianluca Palloni (titolare della ditta ‘Golfieri’), che ha chiesto un anno e quattro mesi. I due, accusati anche di reati fiscali, tramite i loro avvocati hanno chiesto il rinvio degli atti all’Agenzia delle entrate, in modo da avviare la procedura per accertare l’entità delle somme e procedere al rimborso.