Our News

Latest news from our blog

INCIDENTI STRADALI, OSSERVATORIO REGIONALE: CRESCIUTI QUELLI MORTALI

INCIDENTI STRADALI, OSSERVATORIO REGIONALE: CRESCIUTI QUELLI MORTALI

By RadioItaliaAnni60tv on 8 Luglio 2019 in NOTIZIE DALLA REDAZIONE

Nei primi sei mesi del 2019 sono 141 le persone morte in incidenti stradali, 13 in più rispetto a quelle dello stesso periodo del 2018. Nel territorio di Bologna, fino a giugno, sono state 31 (erano 32 lo scorso anno), di cui 13 automobilisti, 8 motociclisti, 4 pedoni, 3 ciclisti e 3 conducenti di mezzi pesanti. Sono alcuni dei dati provvisori relativi al primi semestre dell’anno diffusi dall’Osservatorio per l’educazione alla sicurezza stradale della Regione Emilia Romagna. Crescono, secondo le rilevazioni, i decessi tra gli autisti di autoarticolati che, a livello regionale, sono passati da 3 a 8. Da uno sguardo per province, sono in crescita le vittime della strada, oltre che a Bologna, anche a Modena (passate da 19 a 25), a Ravenna (da 12 a 20) e Forlì-Cesena (da 12 a 17). Variazioni piu’ contenute, invece, nelle altre province: gli incidenti mortali calano a Piacenza, a Reggio Emilia e a Ferrara (, mentre aumentano di poco a Parma e restano invariati a Rimini. Quattro, in particolare, i comportamenti scorretti nel mirino del presidente dell’Osservatorio: in primis, scrive Mauro Sorbi, “guidare sotto l’influenza di alcol e stupefacenti incrementa il rischio di incidente del 35,9%”. Sul punto, la novita’ e’ che “il fenomeno colpisce prevalentemente la fascia di eta’ over 40, mentre si e’ ridotto quello delle cosiddette stragi del sabato sera”. Tra gli altri comportamenti scorretti indicati da Sorbi c’e’ poi “il mancato rispetto della distanza di sicurezza”, che riguarda circa il 45% degli incidenti in autostrada. Altra causa o concausa di incidenti e’, “in oltre l’81% dei casi, la distrazione”. Infine, conclude il presidente dell’Osservatorio, “l’abitudinarieta’ del percorso porta ad un ‘distacco’ della attenzione alla guida e ad una falsa sicurezza psicologica”.