Our News

Latest news from our blog

MALTEMPO: EMILIA-ROMAGNA ANCORA NELLA MORSA DELL’ACQUA

MALTEMPO: EMILIA-ROMAGNA ANCORA NELLA MORSA DELL’ACQUA

By RadioItaliaAnni60tv on 29 Maggio 2019 in NOTIZIE DALLA REDAZIONE

Immagini impressionanti che vengono da Parma, Langhirano per l’esattezza, dove una bomba d’acqua si è abbattuta ieri nel tardo pomeriggio con una tale violenza da sommergere le strade e provocare uno smottamento del terreno. Idem a Neviano, a pochi chilometri di distanza e lungo l’autostrada della Cisa. Violenta bomba d’acqua, con aggiunta di grandine, anche nel bolognese: via Murri si è trasformata in un fiume, come era successo alla poco distante via San Mamolo neanche due settimane fa. Nel riminese si segnalano una decina di interventi dei vigili del fuoco per garage allagati dalla pioggia battente, in particolare nelle zone di San Clemente, Misano alta e Morciano; nel porto di Riccione il Rio Melo ha trasportato molti detriti tra le imbarcazione con un’onda fangosa. Ma è di nuovo in Emilia la situazione più difficile, in particolare nel modenese, con i fiumi Secchia e Panaro ancora una volta sotto stretta osservazione: chiusi i ponti da ieri per il passaggio delle piene, la protezione civile è al lavoro per evitare nuove esondazioni e smottamenti dopo l’emergenza nazionale evocata dalla Regione e la chiamata a raccolta di contingenti da diverse parti d’Italia. L’allerta permane di colore rosso, massima, e le precauzioni sono quelle del caso: niente attività scolastica pomeridiana a Villanova, a San Pancrazio cittadini invitati a salire ai piani alti delle proprie abitazioni, a Modena il Comune ha invitato tutti a limitare gli spostamenti in auto e a tenersi lontano dai corsi d’acqua, a Campogalliano c’è preoccupazione per l’ingrossarsi del Pd. Situazione critica anche nel piacentino: occhi puntati su Tidone, Tidoncello e Arda, torrenti ingrossati dal maltempo e già con piene rilevanti che stanno mettendo sotto pressione diverse dighe.