Our News

Latest news from our blog

MORTI SUL LAVORO, UGL: DRAMMATICO AUMENTO

MORTI SUL LAVORO, UGL: DRAMMATICO AUMENTO

By RadioItaliaAnni60tv on 28 Agosto 2019 in NOTIZIE DALLA REDAZIONE

Morti sul lavoro in crescita in Emilia-Romagna. Dall’inizio dell’anno in regione le morti bianche sono state 25: il picco a Parma con sei decessi, poi Piacenza e Bologna (quattro ciascuna), Reggio Emilia, con tre incidenti mortali, Ferrara, Forli’-Cesena e Modena, dove ce ne sono stati due. Infine, a Rimini e Ravenna si è contato un decesso ciascuna nel 2019. I numeri sono stati resi noti dal sindacato Ugl: un calcolo, avverte la sigla, che non tiene conto dei decessi in itinere e sulle strade, tutti gli anni piu’ del doppio in ogni provincia. Ciò che si nota è che la tendenza del 2019 e’ di un aumento generale dei casi del 5,9%. Dall’inizio dell’anno, in tutta Italia si sono registrati 455 morti sui luoghi di lavoro, stando alle cifre pubblicate oggi sul web dall’Osservatorio indipendente di Bologna. Ma se contiamo anche gli infortuni sul lavoro – dice il sindacato – il quadro è ancora piu’ preoccupante: secondo dati Inail, nei primi sei mesi del 2019 sono state 323.831 le denunce di infortunio presentate in tutta Italia e 32.575 i casi di malattia professionale accertata, in aumento nel nord-est. Il rischio di morte coinvolge soprattutto uomini over 54 e si contano percentuali in crescita anche tra stranieri e giovani. Nel 2018, “anno record in negativo (+10%)”, si sono contati 702 morti sui luoghi di lavoro, oltre 1.450 se si includono anche i morti sulle strade e in itinere. Negli ultimi 11 anni – tuona l’Ugl – sono morti quasi 15.000 lavoratori.