Our News

Latest news from our blog

SCANDALO AFFIDI, COMMISSIONE: IN E-R SISTEMA SANO NONOSTANTE RAFFREDDORI

SCANDALO AFFIDI, COMMISSIONE: IN E-R SISTEMA SANO NONOSTANTE RAFFREDDORI

By RadioItaliaAnni60tv on 6 Novembre 2019 in NOTIZIE DALLA REDAZIONE

Al netto dei fatti di Bibbiano, quello dell’Emilia-Romagna è un sistema che viene definito, calandosi in parallelismo con il corpo umano, “un organismo sano nonostante alcuni raffreddori”: parole pronunciate da Giuliano Limonta, presidente della Commissione tecnica di valutazione del sistema di tutela dei minori voluta dalla giunta della Regione all’indomani dell’indagine sui presunti affidi illeciti della Val d’Enza. Si tratta di fatti che Limonta ha definito “estranei e incompatibili con l’attuale impianto normativo vigente”. All’organismo sono arrivate però alcune proposte: migliorare l’omogeneità di intervento della rete che gestisce il sistema della tutela minorile, sostenere i professionisti e le famiglie affidatarie (anche attraverso la formazione), promuovere la figura dell’esperto giuridico e, infine, incoraggiare un autocontrollo sistematico che consenta di rilevare eventuali scostamenti degli standard. L’analisi effettuata dalla Commissione negli oltre tre mesi di lavoro evidenzia, si legge in una nota, “come la legislazione regionale sia coerente con quella nazionale e si collochi tra i sistemi più attenti in materia di diritto di famiglia e dei minorenni”. I fatti della Val d’Enza, dunque, “se confermati, sarebbero gravissimi, ma estranei e incompatibili con l’impianto normativo vigente” in Emilia-Romagna: “conseguenza di prassi non solo distorte, ma opposte rispetto a quanto previsto e raccomandato anche a livello regionale”.