Our News

Latest news from our blog

STRAGE 2 AGOSTO 1980, CAVALLINI CONDANNATO ALL’ERGASTOLO

STRAGE 2 AGOSTO 1980, CAVALLINI CONDANNATO ALL’ERGASTOLO

By RadioItaliaAnni60tv on 10 Gennaio 2020 in NOTIZIE DALLA REDAZIONE

Un tassello che rende più completa la ricerca della verità, un passo avanti verso l’individuazione dei mandanti. Rappresenta questo l’ergastolo a carico di Gilberto Cavallini. Ieri, dopo sei ore e mezza di Camera di Consiglio, il presidente della Corte d’Assise di Bologna Michele Leoni ha letto la sentenza: l’ex Nar è stato condannato alla massima pena per concorso nella strage del 2 agosto 1980. E’ lui quindi il quarto uomo della strage alla stazione di Bologna, i giudici hanno accettato la ricostruzione dell’accusa che lo vuole come colui che accompagnò in macchina, dal rifugio di Treviso, i tre terroristi dei Nuclei Armati Rivoluzionari Mambro, Fioravanti e Ciavardini, coloro che materialmente piazzarono la bomba nella sala d’aspetto. Già condannato a otto ergastoli per vari delitti, Cavallini è ora in semilibertà a Terni. Difficilmente sconterà la nuova condanna al carcere a vita, quando e se sarà definitiva, visti anche i suoi 67 anni. Siamo al primo grado, la difesa dell’ex Nar ha subito annunciato che farà appello. In ogni caso si tratta di un nuovo tassello verso la verità, auspicato da più parti (non ultimo il presidente della Repubblica Sergio Mattarella) in questi due anni di processo. Un passo avanti verso la ricerca dei mandanti, ci tiene a puntualizzare l’Associazione Familiari vittime. Il riferimento è a un’inchiesta avocata dalla Procura generale di Bologna, che sta per tirare le fila con alcuni indagati. Elementi in questo senso, nel processo a Cavallini ne sono emersi: la perizia sull’esplosivo utilizzato e sulle macerie, ma soprattutto l’ammissione – da parte dell’avvocatura dello stato – che pezzi dei servizi segreti non fecero quanto in loro potere per evitare la bomba prima, e in seguito per dare la caccia ai responsabili.