Our News

Latest news from our blog

TURISMO, CONFESERCENTI: BISOGNA SPERARE IN SETTEMBRE

TURISMO, CONFESERCENTI: BISOGNA SPERARE IN SETTEMBRE

By RadioItaliaAnni60tv on 11 Settembre 2020 in NOTIZIE DALLA REDAZIONE

Si consolida “un forte calo della domanda straniera”, ma sono in flessione “anche gli italiani”.

I fatturati delle imprese ricettive risultano mediamente in calo di un terzo, numeri superiori nelle citta’ d’arte. A questo punto sono “molte le aspettative per il mese di settembre”, anche perche’ “il dato positivo di agosto sulla costa e in Appennino non recupera le perdite in doppia cifra del trimestre estivo”.

È il quadro che dipinge Confesercenti Emilia-Romagna sul trend recente in regione, secondo i risultati dell’indagine Assoturismo: secondo il dossier, emerge un calo medio del fatturato di oltre il 30% rispetto al trimestre giugno-agosto 2019, con una diminuzione sia per le imprese alberghiere sia per quelle extralberghiere: le citta’ d’arte scontano le maggiori difficolta’, seguite dalle localita’ termali e da quelle della costa, mentre risulta piu’ contenuta la flessione per l’Appennino e le zone collinari.

Si registra poi nello studio Confesercenti un calo degli stranieri del 69,2% e quello degli italiani del 2,6%. In valori assoluti, si stima che nel trimestre estivo in Emilia-Romagna siano stati registrati 4,5 milioni di pernottamenti in meno, di cui 4 milioni di pernottamenti di turisti dall’estero. Sicuramente, osservano gli operatori, l’estate senza stranieri ha impattato pesantemente sul settore: la quota di presenze italiane si attesta intorno al 90%, mentre quella relativa ai visitatori stranieri si ferma al 9.