skip to Main Content

BOLOGNA: E’ FABIO BATTISTINI IL CANDIDATO SINDACO DI CENTRO-DESTRA

Il centro-destra a Bologna ci riprova con un civico: dopo settimane di rinvii e tensioni, dopo aver già scelto i candidati in tutti i capoluoghi, Lega, Fdi e Fi hanno sciolto le riserve convergendo sul civico Fabio Battistini come candidato sindaco a Bologna per sfidare il candidato del centrosinistra Matteo Lepore.65 anni, imprenditore, cattolico e padre di 4 figli, aveva lanciato la sua candidatura sette mesi fa: dietro di lui l’associazione ‘E’, fondata proprio per cercare il colpo a Palazzo d’Accursio, accompagnato dallo slogan “dai mò”.

Aria nuova sotto le due torri all’insegna del civismo: Battistini ha sì incassato il sostegno dei partiti, ma ha pure difeso a spada tratta la natura civica della sua candidatura e fin da ora sembra rivendicare la propria autonomia.

Un po’ sul modello Guazzaloca, civico anch’egli, l’unico dal Dopoguerra ad aver spezzato la continuità di Sindaci di sinistra in città. Una candidatura la sua arrivata da lontano, ma attraverso un percorso non certo agile: quasi subito sostenuto dal Carroccio, mesi di veti incrociati e scontri dentro il centro-destra, fino all’ok di Fratelli d’Italia e di Forza Italia, superando la concorrenza del senatore azzurro Andrea Cangini e dell’editore di Minerva Roberto Mugavero che aveva le simpatie del partito della Meloni.

Il nome di Battistini ha dovuto pure superare le tensioni sul cda Rai. Non senza notevoli nervosismi da parte sua, più volte ha minacciato di rovesciare il tavolo delle trattative e correre da solo. Infine ieri la fumata bianca e ora la corsa vera e propria. Aspettando la data del voto, in bilico tra settembre e ottobre.

Back To Top