skip to Main Content

COVID-19: DA OGGI GREEN PASS SUI TRASPORTI, ECCO LE REGOLE

Oggi, primo settembre, scattano le regole del Green Pass nei trasporti, esclusi quelli regionali. Serve quindi la carta verde per aerei, navi, traghetti e treni a lunga percorrenza.

Andiamo con ordine: per quanto riguarda il trasporto pubblico locale, vale a dire bus e treni, la capienza dei mezzi non deve essere superiore all’80%; niente green pass ma controlli a campione sul rispetto di mascherine e distanziamento.

Sui treni, la carta verde è richiesta per l’accesso a Intercity, Intercity Notte e Alta velocità. La verifica della certificazione è effettuata a bordo all’atto di controllo del biglietto.

Nel caso in cui il viaggiatore non la esibisca o risulti essere non veritiera, il viaggiatore viene invitato a spostarsi in una zona riservata ai passeggeri senza certificazione verde e dovrà scendere alla prima fermata utile.

La capienza è all’80%. Sugli aerei poi, oltre il green pass, viene richiesto di osservare diverse misure, come prevedere percorsi a senso unico all’interno dell’aeroporto e fino ai gate, mantenendo separati i flussi in entrata e uscita; misurare la temperatura; a bordo, la sostituzione della mascherina se si superano le quattro ore; gli indumenti personali nelle cappelliere devono essere custoditi in un contenitore monouso, consegnato al momento dell’imbarco.

Differenze per le navi: anche qui l’accesso è consentito solo a chi provvisto di certificato verde, ma riguardo i traghetti fa eccezione il collegamento nello Stretto di Messina; capienza massima per tutti all’80%.

Percentuali di accesso anche per i comprensori sciistici: per le seggiovie 100% con mascherina, 50% se coperte, come quindi per cabinovie e funivie. Non sono previste limitazioni per le sciovie e i tappeti di risalita.

Back To Top