skip to Main Content

EDILIZIA, SUPERBONUS 110%: E’ BOOM, ECCO I NUMERI

Sono numeri record quelli legati al Superbonus del 110%, la misura voluta dal governo Conte 2 in piena pandemia che consente di effettuare lavori di efficientamento energetico e ristrutturazione, detraendo il 110% della spesa sostenuta in cinque anni oppure cedendo il credito oppure richiedendo lo sconto in fattura.

Un maxi-incentivo che dopo una partenza lenta sta vivendo un vero e proprio boom: a confermarlo è stata l’Enea, l’Agenzia a cui vanno certificati gli interventi.

A fine agosto sono pervenute oltre 37mila richieste per l’apertura dei cantieri, pari a oltre 5,68 miliardi di euro di interventi ammessi a detrazione. Al termine del mese scorso, i lavori portati a conclusione ammontavano a 3,91 miliardi.

L’investimento medio è stato di 547.191 euro per i condomini, 98.264 per edifici unifamiliari e 87.833 per unità immobiliare indipendenti.

A livello regionale, la Lombardia è prima per numero di cantieri, seguita da Veneto e Lazio. Giù dal podio, al quinti posto dietro la Toscana, c’è l’Emilia-Romagna: da Piacenza a Rimini ci sono stati 2861 cantieri per 464 milioni di euro di interventi realizzati. A seguire le Marche che hanno registrato 874 cantieri per 161,5 milioni.

Per i condomini invece sono stati depositati 4.844 certificati di conformità: in testa ancora una volta la Lombardia, seguita dalla Campania; terza l’Emilia Romagna con 456, 312 quelli toscani e 205 quelli marchigiani. Numeri esorbitanti che già fanno parlare di una proroga: termine del superbonus fissato inizialmente per il 2022, c’è l’appello di Confedilizia a farlo slittare di un anno, vista la mole dei cantieri.

Back To Top